Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Garbatella / Via del Gazometro

In ospedale con una ferita all'orecchio: "Mi hanno sparato, ma non so chi è stato"

Il giovane colpito da una pistola ad aria compressa. "Ero in via del Gasometro, in uno stand, non ricordo altro". Il 23enne era ubriaco

Ubriaco, in evidente stato di alterazione e con una ferita dietro l'orecchio. Si è presentato così all'ospedale San Camillo, accompagnato dalla sorella, un 23enne romano. "Mi hanno sparato", ha raccontato. Parole che hanno spinto gli operatori ad allertare la polizia, sebbene sin da subito fosse evidente che la ferita era stata provocata da una pistola ad aria compressa. 

Il giovane, ubriaco, ha riferito pochi dettagli agli agenti del commissariato Monteverde. "Ricordo che mi trovavo in via del Gasometro, in uno stand e qualcuno, non so perché, mi ha sparato un colpo con una pistola ad aria compressa". Nessun altro dettaglio. 

Trenta i giorni di prognosi per il giovane. Il colpo, secondo quanto si apprende, sarebbe stato inferto da vicino. Una bravata, uno scherzo o qualcos'altro? Le indagini del commissariato Monteverde sono in corso per risalire agli autori del gesto. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In ospedale con una ferita all'orecchio: "Mi hanno sparato, ma non so chi è stato"

RomaToday è in caricamento