rotate-mobile
Cronaca Aventino / Via del Circo Massimo

Spari al Circo Massimo: uomo si uccide con un colpo di pistola alla tempia

La tragedia davanti a centinaia di turisti impauriti

Spari al Circo Massimo dove un uomo si è suicidato sparandosi un colpo di pistola alla tempia. Due colpi di arma da fuoco che hanno fatto tremare di paura i presenti: il primo - fatale - alla testa ed il secondo esploso con la stessa pistola una volta che l'uomo si è accasciato a terra già privo di vita. La tragedia poco dopo le 14:00 di oggi - giovedì 27 ottobre - davanti alle centinaia di turisti e romani che affollavano l'antico circo romano che si trova fra il Palatino e l'Aventino.

Decine le richieste d'intervento al 112 da parte delle persone presenti, scappate una volta sentiti gli spari. Sul posto è intervenuto il personale del 118 che nulla ha potuto se non accertare il decesso dell'uomo, un 57enne romano. Messa in sicurezza la zona, la pistola è stata sequestrata dagli agenti del commissariato Celio di polizia.

Come da prassi sul corpo esanime del 57enne è stata posizionata una coperta termica a coprire il cadavere. Il corpo privo di vita della vittima è rimasto per ore sotto la panchina dove si è suicidato, visibile alle migliaia di persone che sono transitate - in attesa della polizia mortuaria deputata a portare via la salma - sui via del Circo Massimo e via dei Cerchi. Passanti e turisti inevitabilmente attirati dall'insolita presenza di diverse pattuglie della polizia intervenute sul posto assieme al medico legale, al magistrato di turno ed al personale medico del 118. 

Secondo quanto si apprende la vittima sarebbe una guardia giurata che avrebbe fatto fuoco con la pistola regolarmente detenuta. Appurato il gesto volontario, come confermato da decine di testimoni, la vittima non avrebbe lasciato né messaggi né biglietti d'addio.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spari al Circo Massimo: uomo si uccide con un colpo di pistola alla tempia

RomaToday è in caricamento