Cronaca Via delle Case Rosse

"Basta rumore": ragazzi giocano in strada, pensionato gli spara con un fucile per spaventarli

E' successo intorno alle 20, in via delle Case Rosse. Un pensionato di 67 anni ha imbracciato il suo fucile, regolarmente detenuto, sparando ad altezza uomo contro un gruppo di giovani

Gli schiamazzi dei ragazzi che giocano in strada e poi un sparo. Un colpo di fucile. Non in aria almeno secondo quanto riscontrato dai Carabinieri dell'Aliquota Radiomobile di Tivoli. E' quanto accaduto ieri 23 giugno, intorno alle 20, in via delle Case Rosse nella preriferia Est della Capitale. 

Protagonista della vicenda un pensionato di 67 anni arrestato per "tentato omicidio" e tradotto nel carcere di Rebibbia, a Roma. L'uomo, forse per il troppo caldo, ha perso le staffe poco prima dell'ora di cena. Il motivo era riconducibile ad un gruppo di ragazzi tra i 12 e i 15 anni che stavano giocando nel vicino parco.

Le troppe urla e le risate degli adolescenti hanno perdere la ragione all'uomo che, dalla finestra del suo appartamento, ha sparato con un fucile calibro 12 regolarmente detenuto. Un colpo probabilmente con l'intenzione di spaventare i ragazzi e disperderli. 

Sul posto, immediato, l'intervento dei Carabinieri di Tivoli che, in servizio per il perlustramento delle strade, si sono diretti sul luogo dello sparo. Le successive indagini e le testimonianze raccolte hanno fatto il resto. I militari hanno individuato il 67enne, identificato e quindi tratto in arresto. Durante la perquisizione casalinga sono stati anche sequestrati 4 fucili e 41 cartucce, tutto materiale regolarmente detenuto. 

spari case rosse1-2

spari case rosse2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Basta rumore": ragazzi giocano in strada, pensionato gli spara con un fucile per spaventarli

RomaToday è in caricamento