Uomo gambizzato all'Alessandrino: dopo l'autore degli spari scovati anche i mandanti

I fatti si verificarono la notte dello scorso 11 agosto in viale della Bella Villa. Alla base dell'aggressione un debito di droga

La polizia in via di Bella Villa subito dopo la sparatoria

L'autore materiale degli spari era già stato assicurato alla giustizia lo scorso 29 agosto quando un 43enne romano venne arrestato dagli agenti della Squadra Mobile con l'accusa di aver gambizzato un uomo di 68 anni mentre si trovava nei pressi di un bar in zona Alessandrino. Il raid la notte dell'11 agosto quando la vittima, originaria dell'Abruzzo ma residente nel quartiere del V Municipio, fu costretta ad essere operata al Policlinico Casilino dopo essere stata attinta da un colpo di arma da fuoco alla gamba sparato dall'uomo di 43 anni.

MANDANTI DEGLI SPARI - Una indagine che non si è fermata al primo arresto e che ha portato gli agenti della Squadra Mobile, diretti dal dottor Renato Cortese, a proseguire l'attività investigativa al fine di individuare gli eventuali mandanti dell'evento delittuoso. Una ricerca che si è conclusa nella mattinata di sabato 1 novembre quando i poliziotti del personale della VI Sezione Criminalità diffusa della Questura di Roma hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di altri due uomini di 27 e 39 anni, entrambi romani, per i reati di tentato omicidio in concorso e porto abusivo di armi da sparo.

SPARI ALL'ALESSANDRINO - L' attività di indagine cominciò la notte dell'11 agosto in viale della Bella villa, quando il pregiudicato 68enne venne colpito alla gamba da un colpo di pistola sparato dal 43enne poi fuggito a bordo di uno scooter in direzione di viale Palmiro Togliatti.

PRIMO ARRESTO - Nell’immediatezza dei fatti gli agenti della Squadra Mobile hanno tratto in arresto l'uomo, tuttora detenuto, in quanto esecutore materiale della gambizzazione, ed attraverso una serrata attività investigativa sono riusciti a ricostruire l’esatta dinamica della vicenda, individuandone successivamente i due mandanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

DEBITI LEGATI ALLA DROGA - Sulla scorta delle risultanza investigative emerse attraverso il riscontro delle dichiarazione rese dalle persone ascoltate, e degli approfondimenti sviluppati avvalendosi anche di attività tecnica, gli investigatori hanno chiuso il cerchio sul contesto delinquenziale in cui è maturata la violenta aggressione, maturato in pregressi debiti connessi al traffico degli stupefacenti nel quartiere Alessandrino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, a Roma città 108 nuovi casi da Covid19. Focolaio in una RSA

  • Apre il centro commerciale Maximo, mancano le opere per il quartiere. Le spiegazioni dell'azienda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento