Sparatoria a Macerata: "Traini frequentava ragazza romana con problemi di droga". Inquirenti: "Nessun legame con Pamela"

A parlare a Radio Capital è Maria Letizia Marino, segretaria Lega della provincia di Macerata. Smentita però l'ipotesi che Traini conoscesse Pamela Mastropietro

Sei feriti, quattro gravi. E' questo il bilancio dell'azione di Luca Traini, ex candidato della Lega Nord a Corridonia e vicino ad ambienti di estrema destra. Il 28enne questa mattina ha esploso dei colpi di arma da fuoco verso alcuni passanti da una autovettura di colore nero. I feriti accertati, sei, sono tutti stranieri. Uno di loro è stato sottoposto ad intervento chirurgico. Altri tre sarebbero comunque gravi.  

Ad agire Luca Traini, 28 anni che al momento del fermo si è tolto la giacca per indossare una bandiera italiana. Quindi, dinnanzi al monumento dei caduti a Macerata, ha fatto il saluto romano.

Tutto sulla notizia qui

Da subito si è pensato ad una vendetta per l'omicidio di Pamela Mastropiero. Le vie del raid sono infatti quelle in cui abitava Innocent Oseghale e le vittime tutte di colore. A dare corpo all'ipotesi la rivelazione fatta da Letizia Marino, segretaria Lega della provincia di Macerata. L'ipotesi è che si possa trattare di Pamela Mastropietro. Intervistata da Silvia Mobili per Radio Capital, l'esponente politico locale ha spiegato che Traini "ha frequentato la nostra sede per un po' di tempo e non aveva mai manifestato opinioni razziste. Sappiamo che da qualche tempo frequentava una ragazza romana con problemi di droga, tutto ci lascia pensare che fosse la povera Pamela Mastropietro". 

Di seguito riportiamo, tratto dal sito di Repubblica.it, l'intervento audio della segretaria Letizia Marino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A stretto giro però gli investigatori hanno smentito l'ipotesi di un collegamento. E' quanto emerge dalle indagini svolte dai carabinieri e seguite direttamente dal comandante provinciale Michele Roberti. Dagli accertamenti è risultato che i due non si conoscevano. A confermarlo anche la famiglia di Pamela: "non aveva mai conosciuto Traini"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento