Cronaca

Ladispoli: sparatoria in uno studio legale, 2 morti e un ferito

Una delle due vittime sarebbe l'avvocato Francesco Terracciano di circa 60 anni. Ferito suo figlio Marco, trasportato d'urgenza al San Camillo di Roma

E' di due morti e un ferito il bilancio di una sparatoria verificatasi ieri pomeriggio in uno studio legale di Ladispoli. L'agguato è avvenuto poco prima delle 17 di ieri. Le due vittime sono l'avvocato Francesco Terracciano di 60 anni ed il suo collega Paolo Salineri, di 39. Il ferito è il figlio di Terracciano, Marco, trasportato d'urgenza all'ospedale San Camillo di Roma dove ha subito un'intervento d'urgenza.

Durante la sparatoria Marco ha subito tre colpi sparati dall'omicida riportando ferite al torace e in altri punti. A quanto si è appreso dai sanitari una pallottola avrebbe sfiorato il cuore. Tanti i parenti e gli amici di Marco e Francesco Terracciano accorsi in ospedale, molti dei quali hanno appreso la notizia da internet.

"Francesco era una persona che reagiva alle minacce, é possibile che sia successo così anche stavolta, prima che l'assassino arrivasse al gesto omicida", ha detto un parente dela famiglia Terracciano. Sin da subito le attenzioni dei carabinieri si sono concentrate su un cliente dello studio legale, un'imprenditore calabrese.

All'origine dell'omicidio ci sarebbe l'esasperazione dell'imprenditore, condannato a risarcire un dipendente che, difeso da Francesco Terracciano, aveva vinto una causa di lavoro. A quanto si è appreso, l'imprenditore voleva uccidere soltanto l'anziano legale. L' avvocato Salineri ed il figlio di Terracciano si sarebbero trovati per caso nello studio ed avrebbero tentato inutilmente di disarmarlo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladispoli: sparatoria in uno studio legale, 2 morti e un ferito

RomaToday è in caricamento