rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca Tor Bella Monaca / Via dell'Archeologia

Tor Bella Monaca, i locali delle palazzine popolari usati per nascondere la droga

Nell'ultimo blitz, i carabinieri hanno arrestato tre pusher in via dell'Archeologia

Fessure nei vani degli ascensori oppure locali in disuso usati come nascondiglio. A Tor Bella Monaca, le palazzine popolari vengono sempre più spesso utilizzate dai pusher per occultare le dosi pronte per lo spaccio. 

In passato i carabinieri, in via dell'Archeologia e via Pier Ferdinando Quaglia, trovarono dosi nei vani degli ascensori e sotto cumuli di rifiuti accatastati nel quartiere. Più di recente, gli agenti della polizia di Stato avevano scovato una fessura in un muro creata appositamente per mettere da parte la droga in attesa dei clienti.

Lunedì un'altra simile scoperta. Un 19enne aveva nascosto lo stupefacente sotto alcuni calcinacci, dietro una porta che affacciava su un locale in disuso di una palazzina in via dell'Archeologia. Ad arrestarlo i carabinieri che hanno recuperato anche 22 dosi di hashish per un peso di circa 43 grammi e la somma contante di 70 euro, ritenuti provento dell'attività illecita.

Altri due pusher arrestati

Il ragazzo è stato fermato nel corso di una attività di osservazione fatta proprio in via dell'Archeologia. Sempre qui, i carabinieri hanno fermato un romano di 41 anni che si aggirava con fare sospetto. A seguito della perquisizione personale è stato trovato in possesso di 31 dosi di cocaina del peso di circa 15 grammi, e 245 euro, ritenuti provento dello spaccio.

Stessa sorte per un cittadino egiziano di 23anni notato dai militari nella stessa piazza di spaccio di via dell'Archeologia: i militari lo hanno bloccato e sottoposto ad un controllo e a seguito della perquisizione personale è stato trovato in possesso di 25 dosi di eroina e 5 di cocaina, nonché della somma in contanti di 415 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tor Bella Monaca, i locali delle palazzine popolari usati per nascondere la droga

RomaToday è in caricamento