rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca Appio Claudio / Viale Tito Labieno

La centrale dello spaccio con vista parco degli acquedotti: la droga nascosta nel lavatoio del palazzo

Gli agenti del commissariato Appio hanno tenuto sotto controllo un condominio di viale Tito Labieno e il 21 marzo hanno fermato due donne di 29 e 55 anni e un uomo di 18

Una centrale dello spaccio con "vista" sul parco degli acquedotti, nel cuore dell'Appio Claudio. E' quanto hanno scoperto gli investigatori del commissariato Appio, che il 21 marzo durante un servizio di appostamento nei pressi di un condominio in viale Tito Labieno hanno arrestato tre persone, due donne e un uomo, tutti romani. 

Ad attirare l'attenzione delle forze dell'ordine erano stati alcuni movimenti insoliti, un via vai continuo dal portone del palazzo. Durante uno degli appostamenti, gli agenti hanno visto arrivare una donna a bordo di un'auto, raggiunta in breve tempo da una giovane che le ha consegnato un pacchetto una volta entrata dal lato del passeggero. Conclusa la consegna, la donna a bordo dell'auto (una 55enne) si è allontanata da sola, seguita dagli investigatori: fermata poco dopo, alla richiesta degli agenti ha consegnato un involucro contenente 100 grammi di hashish e per questo è stata arrestata e portata negli uffici di Polizia. 

Lo stesso pomeriggio, dallo stesso portone gli investigatori in appostamento hanno visto uscire un ragazzo, risultato poi essere un 18enne, che ha raggiunto un acquirente lungo la strada e gli ha consegnato un involucro. All'arrivo degli agenti, i due hanno tentato la fuga e lo spacciatore ha gettato il pacchetto, contenente 50 grammi di hashish, e una chiave. L'acquirente, una volta bloccato è stato trovato in possesso di 10 grammi di hashish e per questo è stato sanzionato amministrativamente. Allo spacciatore,che ha tentato di evitare il fermo sferrando calci e pugni, gli agenti hanno sequestrato 65 euro - probabile guadagno dello scambio - e 50 grammi della stessa sostanza. E' stato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. 

Senza trovare nulla durante la perquisizione a casa del giovane pusher, effettuata grazie all'ausilio della squadra cinofila, gli investigatori sono riusciti però a capire cosa aprisse la chiave gettata in fretta e furia durante la breve fuga: era un locale lavatoio all'ultimo piano del palazzo, all'interno del quale sono stati trovati un bilancino di precisione e 1 chilo e 360 grammi di hashish diviso in involucri e panetti, simili a quello sequestrato alla 55enne arrestata in mattinata. A quel punto gli agenti sono andati a bussare alla ragazza sorvegliata durante l'appostamento precedente, una 29enne: all'interno di una cassettina in alluminio la giovane teneva 11 grammi di hashish divisi in due involucri, 500 euro in contanti e un'altra chiave dello stesso lavatoio. E' stata quindi arrestata anche lei. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La centrale dello spaccio con vista parco degli acquedotti: la droga nascosta nel lavatoio del palazzo

RomaToday è in caricamento