Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Lo spaccio si fa dal proprio appartamento: metanfetamina imbustata e venduta

Gli investigatori, acquisita la notizia, hanno organizzato degli appostamenti che hanno permesso di appurare l’effettivo andirivieni di potenziali acquirenti

Nella tarda serata di giovedì scorso, gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Borgo, hanno arrestato una 33enne romana, per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente, attività svolta dalla donna dal proprio domicilio, all’interno di una casa vacanze.

Gli investigatori, acquisita la notizia, hanno organizzato degli appostamenti che hanno permesso di appurare l’effettivo andirivieni di potenziali acquirenti dall’abitazione segnalata, tra cui un fattorino di una nota catena di consegne a domicilio che, approfittando di questa attività, si allungava a casa della donna per acquistare la droga.

I poliziotti, raggiunto l’appartamento, hanno effettuato la perquisizione. All’interno, dove vi erano presenti numerose persone tra cui il figlio, il fidanzato e il padre della donna, sono stati  rinvenuti 25,4 grammi  di sostanza bianca, presumibilmente shaboo, di cui 8,2 grammi già suddivisi in 8 involucri di cellophane, 2 bilancini elettronici di precisione, materiale per confezionamento (carta in alluminio, bombole gas butano con bruciatori), ed una lista manoscritta di nominativi e somme di denaro.

La 33enne, che ha rivendicato il possesso della sostanza e del materiale necessario per il confezionamento delle dosi, dopo le formalità di rito è stata arrestata per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e assicurata presso il carcere di Rebibbia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo spaccio si fa dal proprio appartamento: metanfetamina imbustata e venduta

RomaToday è in caricamento