Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Spaccio ed estorsioni tra Roma, Caserta e Frosinone: 12 arresti

L'indagine ha avuto origine a seguito delle continue richieste estorsive subite da un quarantenne. Poi le indagini hanno permesso di sequestrare 1500 dosi di cocaina e hashish

Estorsioni e spaccio di droga. E' il busines di 12 persone arrestate alle prime ore di questa mattina dai Carabinieri della Compagnia di Colleferro che hanno dato esecuzione a una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Velletri, su richiesta della locale Procura della Repubblica. Per l'operazione sono stati impiegati circa 100 Carabinieri del Gruppo di Frascati supportati da unità cinofile di Ponte Galeria e da un elicottero del Centro di Pratica di Mare.

LE ACCUSE - I malviventi, a vario titolo e in concorso tra loro, sono stati accusati di aver "detenuto e spacciato cocaina e hashish prevalentemente nel comune di Colleferro, provincia di Roma", e di aver portato a compimento "numerose estorsioni per recuperare i crediti maturati a seguito dell'attività illecita". In particolare 7 persone sono state associate in carcere, 4 sono state sottoposte agli arresti domiciliari con l'apposizione del braccialetto elettronico e 1 all’obbligo di firma.
 
DROGA SEQUESTRATA - La vicenda ha origine nel 2013, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Velletri. Le attività tecniche eseguite unitamente ai servizi di osservazione e controllo hanno consentito agli investigatori di trarre in arresto sei persone nel corso delle indagini, di sequestrare circa 1500 dosi di cocaina e hashish nonché di segnalare molti soggetti quali 'assuntori'.
 
100 MILA EURO D'ESTORSIONE - L'indagine ha avuto origine a seguito delle continue richieste estorsive subite da un quarantenne del posto, il quale si è visto costretto a consegnare ingenti somme di denaro e gioielli, per un valore di circa 100 mila euro, sotto minaccia di morte e di pesanti ritorsioni nei confronti della famiglia. 

>> IL VIDEO DELL'OPERAZIONE <<

Le prime attività svolte dai Carabinieri hanno permesso subito di capire che le richieste erano riconducibile a pregressi acquisiti di stupefacente.

Uno dei pusher, infatti, con l'aiuto di un suo 'cliente' conoscitore di arti marziali, ha costretto numerosi piccoli e medi imprenditori della zona a consegnare somme di denaro, ammontanti sino a tremila euro, minacciando la loro incolumità nonché l'esercizio delle loro attività imprenditoriali. I due sono stati arrestati anche per il reato di estorsione aggravata.
 
AFFARI A FROSINONE E CASERTA - Sono stati così individuati due distinti sodalizi criminali con base logistica nei comuni di Colleferro e Valmontone, operanti nella zona sud della provincia di Roma e in quelli della parte nord di Frosinone. E' stato anche individuato il canale di approvvigionamento nella provincia di Caserta, tramite due 'grossisti' che annoverano numerosi trascorsi giudiziari alle spalle, in particolare uno di loro è indicato come legato ad esponenti di organizzazioni criminali camorristiche. 
  
 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio ed estorsioni tra Roma, Caserta e Frosinone: 12 arresti

RomaToday è in caricamento