Trastevere: spaccio di hashish sul lungotevere, 26enne in manette

Quattro i pusher fermati nell'ambito dei servizi di controllo della polizia di Stato. Un uomo è stato arrestato per furto in vicolo del Cinque

Movida di Trastevere sotto la lente d'ingrandimento della polizia di Stato. Continuano i servizi di prevenzione disposti dalla Questura nel Rione del Centro Storico della Capitale. Nell’ambito di tale attività, gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di zona, diretto dal dottor Fabrizio Sullo, hanno proceduto all’arresto di cinque persone, di cui quattro per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e uno per furto aggravato.

SPACCIO SUL LUNGOTEVERE - Sull’argine del Lungotevere , un cittadino tunisino di 26 anni, è stato trovato in possesso di 30 grammi di hashish suddiviso in piccole dosi pronte per essere vendute. Un altro arresto per droga è avvenuto in piazza Trilussa dove un 25enne cittadino libico, è stato trovato in possesso di 15 grammi di marijuana, suddivisa in dosi. Sorpresi infine, mentre stavano vendendo droga ad un ragazzo, due 37enni, un cittadino libico ed uno del Marocco, con precedenti di polizia. Tutti gli spacciatori sono stati arrestati per spaccio di droga e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

FURTO AGGRAVATO - Nell'ambito di tali controlli gli agenti hanno anche arrestato per il reato di furto aggravato un 30enne albanese in vicolo del Cinque. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento