menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Polizia bussa alla porta e gettano droga nel wc, recuperata nel pozzetto esterno

Due i pusher arrestati nella zona di Colleferro. Sequestrata cocaina e marijuana

Spaccio a domicilio nonostante tutti i divieti imposti dal decreto legge del 25 marzo scorso per evitare la diffusione del Coronavirus. Questo quanto scoperto nelle ore scorse dai poliziotti del commissariato in pieno centro a Colleferro, nel sud della provincia di Roma, e che ha portato alla denuncia di due giovani del posto di 29 e 26 anni per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ex Art.73 D.P.R.390. Lo scrive FrosinoneToday.

In particolare i poliziotti, transitando in una via del centro cittadino di Colleferro, hanno notato strani movimenti di persone che entravano e uscivano da un portone di un’abitazione privata. Visto che le persone fermate, non erano in grado di dare una giustificazione circa la loro presenza sul posto, i poliziotti hanno deciso di accedere all’interno dell’appartamento per effettuare una perquisizione.

Una volta all’interno hanno quindi sentito il rumore dello scarico del water nel quale è stata rinvenuta della marijuana. 

Gli agenti hanno quindi effettuato una ispezione della rete fognaria riuscendo a recuperare all’interno del pozzetto di scarico esterno degli involucri di cellophane contenenti circa 2 grammi di cocaina suddivisa in 3 confezioni e un grammo di Marijuana che venivano sequestrati.

La perquisizione all’interno dell’appartamento ha portato al rinvenimento ed al sequestro di ulteriori 5 grammi di sostanza da taglio e 720 euro in contanti probabilmente riconducibili all’attività di spaccio dello stupefacente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento