Casaletto: box auto come base dello spaccio di cocaina, tre arresti

I movimenti sospetti in orari notturni hanno destato i sospetti della Polizia. Durante il blitz nell'autorimessa di via del Casaletto sono stati fermati due pusher. Un terzo arresto a Porta Maggiore

Un box auto usato come base per lo spaccio della cocaina. Questo quanto individuato agli agenti di polizia in zona Casaletto, nell'XII Municipio Monteverde, nell'ambito dei controlli per la lotta contro lo spaccio di sostanze stupefacenti. La scoperta nel corso della notte del 5 maggio quando i poliziotti hanno arrestato due cittadini italiani tra i 24 e 26 anni. Dovranno difendere all'accusa di "detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti". 

VIA DEL CASALETTO - Un gruppo di investigatori, diretti dalla dottoressa Agnese Cedrone,  seguendo gli spostamenti di alcune persone note come assuntori di sostanze stupefacenti, sono riusciti a individuare un importante movimento di due giovani, specialmente in orario notturno, all'interno di un garage in via del Casaletto. Nel pomeriggio di ieri è scattato quindi un blitz e la Polizia ha fatto irruzione all'interno dell'autorimessa.

BASE DELLO SPACCIO - La scena che si è presentata davanti gli agenti non ha lasciato nessun dubbio: i due giovani sono stati 'pizzicati' mentre erano intenti a confezionare bustine di cocaina: una di 150 grammi e un'altra di 10 grammi. Trovati anche bilancini di precisione e tutto l’occorrente per la preparazione delle singole dosi, oltre ad altre sostanza da taglio. Nell'auto dei due giovani sono state ritrovate altre dosi di cocaina pronte allo spaccio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

PORTA MAGGIORE - Un altro arresto è stato inoltre effettuato dagli stessi agenti in zona Porta Maggiore, quando i poliziotti hanno notato un cittadino italiano di 28 anni muoversi con fare sospetto che alla loro vista ha affrettato il passo. Fermato gli sono stati trovati addosso sei grammi di cocaina. Una successiva perquisizione ha ulteriormente chiarito ogni dubbio: nascosti tra la biancheria altri involucri contenenti la sostanza stupefacente. Il 28enne, vecchia conoscenza delle forze dell'ordine, è stato arrestato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento