Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Da Tor Bella Monaca al Pigneto, lotta allo spaccio: 13 arresti in 48 ore

E' questo il bilancio di 48 ore di contorollo del territorio da parte degli agenti della Polizia di Stato. Fermato anche un ricercato per condanna a un anno per reati inerenti gli stupefacenti

Sono 13 le persone arrestate per spaccio di droga dalla Polizia di Stato nelle ultime 48 ore. Diverse le zone della Capitale in cui gli agenti dei Commissariati hanno effettuato controlli. 

Nei giardini di Piazza Vittorio Emanuele II, all’Esquilino, sono stati individuati e fermati due cittadini nigeriani di 39 e 46 anni sorpresi in flagranza durante uno scambio di denaro e droga. Perquisiti, sono stati poi trovati in possesso di diverse dosi di marijuana e danaro contante. 

Al Pigneto è stato invece bloccato e arrestato un 19enne del Gambia trovato in possesso di 25 grammi di marijuana.

Arrestati poi due pusher nei dintorni della Stazione Termini; in via Giolitti un 21enne della Costa d’Avorio e un 20enne nigeriano sono stati fermati e trovati in possesso di diverse dosi di hashish e marijuana pronte per la vendita al dettaglio.

In via dei Papiri, a Castel di Leva, gli agenti del Commissariato Esposizione hanno invece individuato un 57enne originario della provincia di Frosinone che nascondeva nella sua abitazione hashish e marijuana; l’uomo, già condannato in passato per il reato di detenzione spaccio di sostanze stupefacenti, è stato arrestato.

A Tor Bella Monaca, intercettati e arrestati in distinte circostanze due spacciatori. Prima una donna 45enne originaria di Torre del Greco, trovata in possesso di diverse dosi di cocaina; perquisendo la sua abitazione gli agenti hanno poi trovato e sequestrato 1 bilancino di precisione, sostanza da taglio, oltre ad un manoscritto con nomi e cifre chiaramente riferibile all’illegale attività dello spaccio di droga. Successivamente un 46enne romano sorpreso durante un “vendita” di alcuni involucri, è stato bloccato e perquisito; nascondeva 25 dosi di cocaina negli slip. Sempre nella zona di competenza del Commissariato Casilino sono stati fermati, durante il consueto controllo del territorio, 3 giovani a bordo di un’autovettura; nascoste dentro una coperta, poggiate sul pianale posteriore, i poliziotti hanno trovato 30 dosi di cocaina già preparate per lo smercio. Per i 3 giovani, un 19enne rumeno, e un 20enne e un 22enne entrambi romani, sono scattate le manette.

Al Prenestino, in via dei Larici, è stato invece bloccato un 39enne romano appena dopo aver ceduto due dosi cocaina in cambio di denaro contante. Anche lui è finito in arresto. 

E’ stato l’esito di un posto di controllo su via Cassia, invece, a condurre ad un altro arresto effettuato dagli agenti del commissariato Flaminio. Un 46 enne originario di Livorno, alla guida di un'autovettura, è apparso subito nervoso alle normali verifiche. Indosso aveva 2 “pezzi” di hashish dal peso complessivo di 30 grammi; accompagnato negli uffici di Polizia, l’uomo è stato arrestato.

Bloccato infine un 37enne marocchino. L’uomo, fermato per un controllo in via di Torrenova dagli agenti del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, è risultato, dalle verifiche nella banca dati, ricercato per scontare una condanna dello scorso anno per reati inerenti gli stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Tor Bella Monaca al Pigneto, lotta allo spaccio: 13 arresti in 48 ore

RomaToday è in caricamento