Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Porta Maggiore: contattava clienti in un bar poi gli vendeva la cocaina in strada

Lo spacciatore è stato arrestato dalla polizia. Il fiuto del cane antidroga ha poi permesso di trovare 150 grammi di polvere bianca in casa

Un bar per contattare i clienti ed un appartamento in cui nascondere la droga. Questo il modus operandi di un 41enne romano, arrestato dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato Porta Maggiore. Da tempo gli investigatori diretti da Moreno Fernandez, impegnati senza sosta nel contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, tenevano d’occhio il pusher, che è stato bloccato nel corso di un appostamento, sorpreso in uno scambio droga-denaro.

Cane antidroga trova la cocaina in casa 

Nella successiva perquisizione del suo appartamento, è stato Yago, il cane impiegato dalle unità cinofile della Questura di Roma, a scoprire la cocaina – circa 150 grammi già suddivisi in dosi - nascosta all’interno di un comodino.

Soldi e materiale per il confezionamento 

Sequestrati, nel corso dell’operazione, oltre ad un bilancino di precisione, sostanza da taglio e materiale atto al confezionamento della droga, anche 3.200 euro - nascosti all’interno di un cuscino da divano – probabile provento dell’illecita attività. Lo spacciatore, già conosciuto dalle forze dell’ordine, è stato così arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta Maggiore: contattava clienti in un bar poi gli vendeva la cocaina in strada

RomaToday è in caricamento