Cronaca

Lo spaccio ai tempi del coronavirus, sorpreso con dosi di cocaina: 23enne in manette

Nel corso di un mirato blitz antidroga, i carabinieri di Tor Vergata hanno arrestato un pusher romano di 23 anni

I divieti del nuovo Dcpm, vista l'emergenza per il coronavirus, non fermano lo spaccio a Roma. Nel corso di un mirato blitz antidroga, i carabinieri di Tor Vergata hanno arrestato un pusher romano di 23 anni, con precedenti e nullafacente. 

Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri hanno sorpreso il giovane nei pressi di una nota piazza di spaccio di via della Tenuta di Torrenova, aggirarsi con fare sospetto. A seguito della perquisizione personale è stato trovato in possesso di 15 dosi di cocaina, per un peso di circa 10 grammi e della somma contante di 1000 euro, ritenuta provento della pregressa attività illecita.

Dopo l’arresto il 23 enne è stato accompagnato in caserma e trattenuto in attesa del rito direttissimo presso il Tribunale di Roma. 

Oltre a risponde dell’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti dovrà rispondere anche della violazione delle misure disposte dal Governo per il contenimento del diffondersi del Covid19, poiché trovato fuori dal proprio domicilio senza giustificato motivo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo spaccio ai tempi del coronavirus, sorpreso con dosi di cocaina: 23enne in manette

RomaToday è in caricamento