rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca

L'ultimo saluto a Sinisa Mihajlovic, folla per i funerali: in duemila fuori alla basilica

Tantissimi hanno affollato domenica la camera ardente in Campidoglio, molti di più ai funerali

Roma e il mondo del calcio italiano hanno reso omaggio a Sinisa Mihajlovic. La basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri, alle 11.00, sembrava uno stadio. Piena per l'ultimo saluto all'ex calciatore e allenatore serbo che ha indossato anche le maglie di Roma e Lazio. Annunciata la presenza al gran completo del Bologna, ultima squadra allenata da Sinisa.

Davanti alla chiesa le corone di fiori tra cui quelle degli "Ultras Lazio", della "Famiglia Inzaghi" di "Fifa" e "Uefa" e delle squadre di club dove il serbo ha militato: Sampdoria, Bologna, Milan, Lazio e Roma. Non sono mancate poi le sciarpe di molte delle squadre. Una vera e propria processione con tantissimi tifosi in fila per un saluto. Quasi tutti commossi e nelle dichiarazioni di molti risuonano spesso parole come "combattente", "coraggio", "persona vera". 

"Ciao Sinisa uno di noi". Recitava uno striscione fuori alla basilica. All'esterno della chiesa oltre duemila tifosi che all'arrivo del feretro si sono abbandonati a un lungo e commosso applauso. Poco dopo sono arrivati anche anche staff, giocatori e dirigenti del Bologna calcio, la sua ultima squadra da allenatore, guidati dal nuovo tecnico Thiago Motta.

E se tira Sinisa è gol

Presenti anche Francesco Totti, Bruno Conti e la Lazio. A scendere dal pullman, oltre al direttore sportivo Igli Tare e al tecnico Maurizio Sarri, l'attaccante Ciro Immobile e il difensore Stefan Radu. Presenti anche Gianni Morandi, Gigio Donnarumma, Daniele De Rossi, oltre a Salsano, Lombardo, Marchegiani, Stankovic, Jugovic, Iachini, Fiore, Corradi, Sereni, Orsi, Juric, Branca, Montella, Peruzzi, Di Livio, Luca Cordero di Montezemolo e tanti altri.

Tutti visibilmente commossi. Il tecnico serbo, legatissimo ai colori biancocelesti e amico del presidente Claudio Lotito, ha militato nella Lazio negli anni d'oro dello scudetto. Ieri centinaia di persone in fila sono state fin dalle prime ore del mattino per salutare Mihajlovic.

Tifosi, appassionati e personalità del calcio, tra commozione e messaggi di ricordo. Presenti Spalletti, la premier Meloni e il presidente del Senato La Russa. In Campidoglio, ieri, toccante è stato il saluto del presidente della Lazio, Claudio Lotito, in lacrime e costretto a prendersi più di qualche pausa davanti le telecamere. 

Mihajlovic e la Capitale: la famiglia, la Roma, la Lazio e i trofei

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultimo saluto a Sinisa Mihajlovic, folla per i funerali: in duemila fuori alla basilica

RomaToday è in caricamento