Cronaca

Aggredì una donna: ai domiciliari minaccia i testimoni, arrestato

Il 22enne romano, Simone Salvatori, aveva aggredito a calci e pugni la giovani, provocando gravi danni motori e la lesione di un occhio. Messo ai domiciliari, aveva minacciato i testimoni per far loro cambiare la versione dei fatti

Nella notte tra il 17 e il 18 giugno scorso aveva aggredito e rapinato una farmacista sulla Nomentana. Dopo un mese, dopo strenue ricerche, la polizia era riuscita ad individuarlo. Si trattava di un appassionato di karate, residente a La Bufalotta.

Simone Salvatori, 22enne, è stato detenuto per 6 mesi nel carcere romano di Regina Coeli, per poi continuare a scontare la pena agli arresti domiciliari. I carabinieri però hanno accertato che mentre si trovava ai domiciliari, il giovane è riuscito ad avvicinare alcuni testi al fine di convincerli a modificare le dichiarazioni rese, per ottenere un alleggerimento della propria posizione.

Per questa ragione Salvatori è stato ricondotto in carcere. Per l'aggressione di giugno la donna è ancora in cura e rischia tutt'ora di perdere un occhio.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredì una donna: ai domiciliari minaccia i testimoni, arrestato

RomaToday è in caricamento