Giallo Simona Riso: si indaga per capire il luogo dell'aggressione

Pochi dubbi ormai sul fatto che la 28enne di origini calabresi sia stata uccisa. Possibile che l'aggressione sia avvenuta lontano da via Urbisaglia

Simona Riso, foto dal suo profilo facebook

Un giallo con poche certezze e tanti, troppi, punti interrogativi. Come è morta Simona Riso? La famiglia non ha dubbi: è stata uccisa. L'avvocato Sebastiano Russo contattato da RomaToday, alla luce dei risultati dell'autopsia, parla apertamente di omicidio: "Simona è stata pestata da qualcuno".

E proprio l'autopsia rappresenta lo spartiacque di questa vicenda. Smentite le ipotesi della violenza sessuale e sembrerebbe anche quella del suicidio. Sul corpo della 28enne di origini calabresi non ci sono infatti segni di violenza sessuale e le lesioni riportate non sarebbero compatibili con una caduta dall'alto.

Così anche se l'accertamento autoptico ha escluso segni di violenza sessuale e segni di difesa, il tipo di fratture riportate da Simona fa propendere anche gli inquirenti per la pista del delitto. Il pubblico ministero Attilio Pisani in mattinata ha effettuato un sopralluogo in via Urbisaglia, dove risiedeva Simona. Qui nel giardino è stata trovata agonizzante. Nella sua casa, è una delle ipotesi, potrebbe essere stata aggredita. Sul punto di morte sarebbe stata trascinata nel giardino per simulare appunto una caduta e quindi il suicidio.

C'è però un'altra ipotesi ovvero che Simona Riso sia stata aggredita altrove, magari lontano da via Urbisaglia e quindi trascinata successivamente nel punto del ritrovamento. Gli investigatori sono alla ricerca di filmati delle telecamere a circuito chiuso della zona.

I punti certi sin qui emersi sono pochi e tutti relativi alle ultime ore di vita della giovane.

Sono le 4.30 del mattino di mercoledì 31 ottobre quando la mamma di Simona dalla Calabria chiama la figlia, come fa ogni mattina, per farle da sveglia. Alle 4.41 un segno di vita della Riso. E' whatsapp a lasciare i segni di alcuni scherzi con gli amici. Da allora il silenzio.

Solo le 6 quando i vicini, sentiti successivamente, dichiarano di aver sentito battere contro una finestra, come se qualcuno chiedesse aiuto. Però nessun urlo. Un'ora dopo Simona verrà trovata agonizzante nel cortile. Poco dopo al pronto soccorso la morte. A chi l'ha soccorsa dirà: "Sono stata violentata".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento