rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca Casal Bruciato / Via Tiburtina, 728

Autisti nel mirino: passeggero accende sigaretta sul bus e minaccia conducente

L'intervento della polizia sulla via Tiburtina, in zona Casal Bruciato

Due autisti minacciati nel volgere di 5 ore, uno in servizio su un bus notturno e l'altro su un mezzo Roma Tpl in transito nella prima mattinata di giovedì al Prenestino. Ad accomunare i due casi il mancato uso della mascherina da parte di due passeggeri che hanno poi manifestato il loro dissenso nei confronti dei due conducenti che li avevano invitati ad indossare i dispositivi di protezione individuale, con uno dei passeggeri che oltre ad essere "no mask" ha pensato bene di accendersi una sigaretta a bordo del bus in viaggio. 

Sigaretta accesa sul bus notturno

In particolare è stato l'autista del bus Atac notturno NMB, che la notte copre la tratta della linea B della metro Rebibbia-Laurentina, ad essere minacciato da un passeggero, un cittadino egiziano di 21 anni. I fatti poco dopo le 3:00 della notte del 21 ottobre dopo che il giovane, sul bus senza DPI, si è acceso una sigaretta come se nulla fosse. Sentito l'odore di fumo all'interno del mezzo pubblico l'autista ha quindi fermato la corsa invitando il passeggero sia a spegnere la sigaretta che ad indossare la mascherina. 

Una richiesta che ha trovato la reazione del 21enne che, invece di spegnere la sigaretta, ha cominciato ad insultare l'autitsa minacciandolo. Dei momenti concitati, interrotti prima che si tramutassero in una possibile aggressione, da una pattuglia del commissariato Sant'Ippolito di polizia, in quel momento in transito all'altezza del civico 728 della via Tiburtina, zona Casal Bruciato. 

Fermato il mezzo pubblico gli agenti sono saliti sul bus notturno ma il 21enne si è scagliato contro uno dei poliziotti, costrigendolo poi alle cure dell'ospedale (5 i giorni di prognosi per lui). Fermato non senza difficoltà il giovane maghrebino, risultato non in regola con il permesso di soggiorno, è stato arrestato. Dovrà rispondere di interruzione di pubblico servizio, minacce, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. 

Passeggera con il coltello sul bus 213 

Poche ore dopo (alle 8:30 di ieri mattina), come detto un altro autista è stato costretto ad interrompere la corsa di un bus Roma Tpl della linea 213 in transito a largo Preneste. A costringerlo a scendere dal mezzo pubblico (assieme ai passeggeri impauriti) una senza fissa dimora. La donna, invitata a mettere la mascherina di cui era sprovvista, ha infatti minacciato il conducente del bus con un coltello per poi essere deunciata a piede libero. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autisti nel mirino: passeggero accende sigaretta sul bus e minaccia conducente

RomaToday è in caricamento