Cronaca Torre Spaccata / Viale dei Romanisti

"Il manganello contro le aggressioni sui mezzi pubblici"

La soluzione proposta da Barbara Mannucci

"L'ennesimo episodio di violenza avvenuto sulla linea 558 nel quartiere romano di Torre Maura a danno di una verificatrice di titoli di viaggio, dimostra ancora una volta come I'intero personale Atac sia esposto quotidianamente alla mercé di delinquenti e sbandati e come il nostro servizio di trasporto pubblico sia considerato ormai terra di nessuno". Ha esordito così Barbara Mannucci, candidata alla Camera dei deputati nel V collegio uninominale per il centrodestra.

"A quando interventi concreti?"

Non usa mezzi termini Mannucci: "Un nigeriano di 24 anni ha quasi cavato gli occhi con due penne a una giovane ragazza solo perché si era 'permessa' di chiedere a questo 'signore' sbarcato in Italia per delinquere il suo titolo di viaggio. Alcuni giorni fa, sempre su un mezzo Atac, si è registrata un'altra aggressione con bottigliate e spari ai vetri. A quando interventi concreti? A quando il rispetto di quel famoso protocollo d'intesa siglato ormai un anno fa da Atac stessa, Questura e Prefettura per spedire dI tanto in tanto le forze di polizia sui mezzi pubblici della Capitale?".

"Fino ad ora solo promesse"

"A oggi - prosegue sempre Barbara Mannucci - abbiamo ascoltato soltanto promesse, come il famigerato uso del peperoncino spray mai arrivato in dotazione ai circa 6mila autisti, e registrato zero interventi. Per uscire da questa situazione di stallo e per fermare gli episodi di violenza (dodici solo nell'ultimo mese) propongo quindi l'immediato uso del manganello sia per gli autisti che per i verificatori, nonché il titolo di pubblico ufficiale, come già avviene in Spagna, per chi conduce i mezzi e per chi controlla i biglietti".

Un attacco anche all'amministrazione pentastellata di Roma

"Mentre l'assessore aI trasporti pentastellata del comune dI Roma Linda Meleo - conclude Mannucci - continua a pensare a improbabili funivie sui cieli di Roma, sul suolo pubblico di questa città si registra ogni giorno e ogni notte il Far west. O forse, la Meleo, magari con l'ausilio delle ciaspole, ha mai viaggiato di notte su un mezzo Atac a ridosso della stazione Termini trovandosi come la sottoscritta con accanto un clochard che dormiva beato su due sedili e che faceva comodamente i suoi bisogni davanti a passeggeri e personale?".
 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il manganello contro le aggressioni sui mezzi pubblici"

RomaToday è in caricamento