rotate-mobile
Cronaca Nettuno

Sibora Gagani: l'associazione Penelope al fianco della mamma per riportare la salma a Nettuno

I resti del corpo della 22enne sono stati ritrovati murati in una intercapedine di un appartamento di Torremolinos, in Spagna

L'obiettivo è riportare la salma in Italia a darle una sepoltura nel cimitero di Nettuno, dove la mamma e i parenti avranno modo di andare a trovarla. Questo il lavoro che sta portando avanti l'associazione Penelope Lazio che assiste la famiglia di Sibora Gagani, la 22enne sparita nel nulla nel 2013 il cui corpo è stato trovato dalla polizia sepolto nell'intercapedine di un appartamento a Torremolinos, in Spagna. Ritrovati dei resti umani della polizia iberica il 7 giugno, lo scorso mercoledì il confronto con il Dna prelevato dalla madre ha accertato che il corpo ritrovato è quello della ragazza originaria dell'Albania. 

Come spiegano dall'associazione onlus che si occupa di persone scomparse e dei loro familiari, Il giorno stesso Penelope Lazio che assiste la famiglia, si è attiva per riportare la salma in Italia, chiedendo aiuto per le esose spese di rimpatrio al comune di Nettuno attualmente commissariato. "Con sorprendente sollecitudine il Comune, nella persona del commissario straordinario prefetto Antonio Reppucci, ha ricevuto i rappresentanti di Penelope, vice presidente Micale Rocco e consigliere Di Marco Emanuela manifestando la più totale solidarietà e vicinanza alla famiglia, offrendo sostegno economico sia per il rimpatrio della salma che mettendo a disposizione un loculo per la sfortunata giovane Sibora".

L'associazione Penelope in collaborazione con la sua omologa spagnola Sos Desaparecidos, sta coordinando tutte gli aspetti burocratici della vicenda per assicurare un celere rientro della salma in Italia. La madre Elisabeta Shahini ha espresso il desiderio di dare sepoltura a Sibora nel comune di Nettuno, luogo dove vive e lavora con il resto della famiglia. Inoltre si recherà a Torremolinos per seguire le operazioni di trasferimento del feretro in Italia, previsto per i primi di luglio.

Per l’Associazione Penelope Lazio sta seguendo le procedure legali l’avvocato Emanuela Di Marco e inoltre è stato messo a disposizione della famiglia un supporto psicologico idoneo al particolare momento di dolore che stanno attraversando. 

La scomparsa di Sibora Gagani 

Nonostante gli appelli disperati lanciati dalla madre della ragazza nel corso degli anni, di Sibora Gagani si erano perse misteriosamente le tracce da quasi 10 anni, da quando il compagno dell'allora 22enne, Marco R., anche lui di Nettuno, ne aveva denunciato la misteriosa scomparsa nella città andalusa dove i due si erano trasferiti.

Corpo nascosto in una intercapedine

La svolta lo scorso 7 giugno quando il corpo di una donna venne ritrovato murato nell'appartamento spagnolo che condivideva a suo tempo con il compagno italiano. 

La confessione dell'ex compagno di Sibora 

Era stato lo stesso Marco R. che, dopo essere stato arrestato il 27 maggio per aver accoltellato un'altra donna, la sua ex compagna Paula, a confessare di aver ucciso e murato Sibora Gagani quasi un decennio fa. Lo ha raccontato nei commissariati quando ha visto su un tabellone l'immagine della giovane. "È sepolta nella soffitta dove vivevo con lei", ha detto agli agenti di polizia. Ha poi raccontato di aver usato dell'acido per far sparire il corpo e di averlo murato, come ha spiegato il delegato del governo in Andalusia, Pedro Fernández. Il presunto autore dei fatti non ha successivamente ratificato le sue parole nella sua dichiarazione formale davanti alla polizia o al tribunale istruttorio numero 3 di Torremolinos, ma il giudice ha aperto il procedimento e ha disposto le perquisizioni domiciliari in un caso che è sotto segreto sommario.

Il test del Dna 

Lo scorso 21 giugno il test del Dna ha accertato che il corpo trovato dalla policia nacional nel quartiere El Calvario di Torremolinos era quello di Sibora Gagani. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sibora Gagani: l'associazione Penelope al fianco della mamma per riportare la salma a Nettuno

RomaToday è in caricamento