rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca San Paolo / Viale Guglielmo Marconi

Si masturba alla fermata del bus, molestatore identificato: la denuncia partita da una studentessa

Nel corso degli accertamenti è emerso che l'uomo si era reso responsabile di un fatto analogo ai danni di una ragazzina, all'epoca 15enne

Prima aveva sporto denuncia ai carabinieri, poi ha raccontato il fatto a RomaToday e, dopo mesi di indagini, l'incubo è finito: l'uomo che si masturbava alle fermata del bus nelle zone tra Magliana, Marconi e Porte Portese è stato identificato. Si tratta di un romano di 51 anni responsabile, secondo l'Arma, di atti osceni, denunciati dalle rispettive vittime.

Almeno due i fatti accertati, più un altro nel 2008 quando l'uomo si era reso protagonista di un fatto analogo ai danni di una ragazzina, all'epoca 15enne che, invitata in caserma ha riconosciuto senza ombra di dubbio, il 51enne come l'autore delle molestie anche da lei subìte.

L'ultimo episodio, per lui fatale, è avvenuto lo scorso mese di ottobre. Vittima una studentessa di 23 anni che stava aspettando l'autobus linea ATAC 766 quando ha notato in strada un uomo, in sella ad uno scooter, che la stava fissando costantemente toccandosi palesemente nelle parti intime.

Il racconto choc della studentessa

La ragazza ha immediatamente sporto denuncia ai carabinieri di Porta Portese, descrivendo con minuziosa precisione il molestatore e consegnando ai militari un video di pochi secondi che aveva avuto la prontezza di registrare nell'immediatezza dei fatti con il suo cellulare.

Grazie alla documentazione raccolta e ad un'attenta attività investigativa circoscritta alle persone con precedenti specifici, i carabinieri sono riusciti ad identificare il colpevole – un romano di 51 anni – e a sequestrare nella sua abitazione gli indumenti che indossava il giorno ha compiuto gli atti osceni alla presenza della giovane.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si masturba alla fermata del bus, molestatore identificato: la denuncia partita da una studentessa

RomaToday è in caricamento