menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pigneto: sgomberato il Point Break, lo studentato nato con l'Onda

Blindati in via Fortebraccio. Messe alla porta una ventina di persone. Presidio dei movimenti sul posto

Mattinata movimentata quella di oggi al Pigneto. Lo stabile occupato in via Fortebraccio 30 è stato sgomberato con un'operazione condotta dalle 7 e 30 di oggi. Sul posto carabinieri e polizia che hanno delimitato l'area con blindati e un cordone di militari. Presenti anche volanti dei vigili urbani. Occupanti e attivisti hanno protestato nel piazzale davanti alla palazzina, all'incrocio con via Bartolomeo d'Alviano. 

Nelle stanze, di proprietà privata, occupate da sette anni, abitavano una ventina di persone. "Non basta un blindato e un cancello per fermarci" ha gridato al megafono un attivista, tra quelli che insieme agli studenti de La Sapienza occuparono con il movimento dell'Onda. Gli appartamenti, abbandonati da una decina d'anni, ospitarono uno studentato ribattezzato Point Break.  

"Cadeva a pezzi - ricorda - lo abbiamo rifatto stanza dopo stanza. Centinaia di persone sono passate da qui, provenienti da tutta europa". Poi i cori: "Non si puo' pagare mille euro al mese. Per questo le case ce le siamo prese" .foto fortebraccio polizia-2

Un arresto e 9 denunce è il bilancio dell'operazione comunicato in tarda mattinata dalla Questura. "Responsabili dell’occupazione un nutrito gruppo di persone di matrice filo anarchica, riconducibili all’area della sinistra extra parlamentare e dei centri sociali autogestiti" si legge nel comunicato. "All’interno gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato mazze, aste per bandiere, caschi protettivi, alcuni fumogeni e manifesti vari di propaganda politica filo anarchica". (IN FOTO A DESTRA)

E ancora "una persona è stata trovata in possesso di marijuana già suddivisa in dosi pronte per lo spaccio al dettaglio; trovata e sequestrata inoltre, per complessivi 150 grammi, altra marijuana in vari luoghi dell’edificio nonchè appunti di contabilità riconducibile ad una intensa attività di spaccio. Le 9 persone denunciate sono invece responsabili oltre che dell’occupazione abusiva anche per furto aggravato di energia elettrica con un danno all’erario stimato dall’ACEA in circa 500.000 euro per i 7 anni di illecito utilizzo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento