Sgombero a Tor Pignattara: "Hanno sradicato solo un fungo, Mushrooms non si ferma"

Sgomberato questa mattina dalla Polizia lo stabile di Torpignattara occupato ieri dal collettivo degli studenti di scienze politiche della Sapienza. I ragazzi però rilanciano: "Continueremo la nostra lotta"

"Spunteremo come funghi". Questo il grido di battaglia di Mushrooms, il collettivo degli studenti di scienze politiche della Sapienza che nella giornata di ieri ha occupato lo stabile di Via Pietro Rovetti a Torpignattara e che questa mattina sono stati fatti sgomberare dalle forze dell'ordine.

Il progetto, nato circa un anno fa tra le aule della facoltà della rinomata città universitaria romana, vuole dare vita a un vero e proprio "studentato anticrisi" rivendicando le difficoltà di gran parte degli studenti universitari di oggi. "Essere uno studente che tra gli esami e le mille difficoltà deve pagare 400 euro d'affitto per una stanza, per cui magari deve lavorare come cameriere la sera mentre sta facendo uno stage gratutito da qualche parte, non è certo una condizione che la società di oggi può incoraggiare" - ci racconta Giacomo, uno dei portavoce del comitato. "In una società dove regna la sproporzione tra il reddito medio e il costo della vita, noi giovani siamo praticamente tagliati fuori. In una città dove impieghiamo ore di viaggio per raggiungere la nostra università, la nostra casa, il nostro lavoro, ora occupiamo per liberare il nostro tempo".

E proprio dall'occupazione di ieri hanno deciso di partire i ragazzi, per rivendicare la speculazione edilizia in contradidzione con i numerosi edifici vuoti e sfitti che si trovano nella città. Accolti con grande entusiasmo dai residenti del quartiere, hanno così organizzato un aperitivo e un'assemblea pubblica per sensibilizzare e far conoscere il loro progetto. Il presidio però è stato presto bloccato dalle forze dell'ordine, che dopo appena 20 ore di occupazione sono intervenute "in tenuta anti sommossa con caschi blu e manganelli", come ci hanno raccontato alcuni ragazzi presenti, per sgomberare lo stabile.

"Con il progetto di Mushrooms vorremmo ridare vita e respiro alle inizative di quartiere, riqualificando strutture e intere zone della città,
costituendo magari delle biblioteche, dei luoghi di aggregazione, piuttosto che strutture dedicate all'insegnamento della lingua italiana per stranieri e ripetizioni scolastiche a prezzi modici
- continua a raccontarci Giacomo, che conclude poi: "Hanno sdradicato solo un fungo, ma ne spunteranno presto altri. Non ci fermeremo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento