rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca Ladispoli / Via Roma

Ladispoli: minaccia una donna per farla prostituire, arrestata

Denunciato anche il suo convivente. La scoperta dell'attività di meretricio dopo un blitz nell'appartamento dei due coniugi

Costretta a prostituirsi da una coppia di connazionali. Vittima una donna donna cinese di 46 anni vessata da una connazionale di 53 anni e dal suo compagno 69enne (anch'egli cinese), arrestati dai carabinieri della Compagnia di Civitavecchia, poiché responsabile del reato di induzione alla prostituzione.

ATTIVITA' DI MERETRICIO - In particolare i carabinieri di Campo di Mare, a seguito di alcune segnalazioni relative ad attività di meretricio, dopo una serie di mirati servizi, hanno proceduto ad una perquisizione all’interno di un abitazione dove hanno sorpresi i due unitamente ad un’altra donna cinese 46enne.

SOLDI E LIBRETTI POSTALI - Dai primi accertamenti esperiti e da informazioni acquisite in loco è emerso che i due, allo scopo di procurarsi ingiusto profitto, dietro minaccia, costringevano la connazionale cinese a prostituirsi. Nel corso di perquisizione è stata rinvenuta la somma di 500 euro ed un libretto postale al portatore contenente 4.000 euro, sottoposti a sequestro. La donna è stata associata presso il carcere di Borgata Aurelia di Civitavecchia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, per rispondere del reato di induzione alla prostituzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladispoli: minaccia una donna per farla prostituire, arrestata

RomaToday è in caricamento