Quartiere Africano, il proprietario di casa le cambia la serratura: sfratto a sorpresa per Abi

Come denunciano i movimenti, la donna da settembre non era più riuscita a pagare l'affitto, lievitato a mille euro al mese. Stamattina l'avvocato della proprietà, con la polizia e un fabbro

“Si sono presentati a sorpresa e le hanno cambiato la serratura”. Proprio nel giorno in cui il Prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro annuncia il blocco degli sfratti con la forza pubblica dal 15 dicembre al 10 gennaio, il movimenti per il diritto all'abitare denunciano l'ennesimo sfratto. A rimanere fuori dalla casa in cui abitava da 18 anni, situata in via Etiopia 4, la signora Abi, più di cinquant'anni, diversi lavori precari, dalle pulizie nelle case alla comparsa in alcuni film girati nella Capitale. Anche il figlio, impiegato in diversi lavori precari, non l'ha potuta aiutare.

“L'affitto è aumentato negli anni fino ad arrivare a mille euro, una cifra che Abi da settembre non è più riuscita a pagare” raccontano i Blocchi precari metropolitani. Così Abi per paura di rimanere da sola e in mezzo a una strada si era rivolta alla Rete degli sfrattati organizzata proprio dai movimenti per il diritto all'abitare. Il momento dello sfratto effettivo non è tardato ad arrivare.  Questa mattina Abi “rientrando a casa ha trovato la serratura cambiata e, insieme al fabbro, l'avvocato della società e vari poliziotti. È rimasta fuori di casa per diverso tempo chiedendo almeno che le venisse concesso di entrare per recuperare alcuni vestiti per la notte”. Una notte che passerà fuori dalla casa in cui abitava dal 1995. 

Domani i movimenti per il diritto all'abitare romani torneranno a manifestare. Appuntamento giovedì 12 alle 16 davanti alla Prefettura di Roma, in Piazza Santi Apostoli perché il provvedimento del Prefetto “è inadeguato” commentano. Il movimenti contestano il fatto che il blocco degli sfratti è stato chiesto per poter impiegare le forze dell'ordine in presidi di sicurezza 'natalizi' e non per l'emergenza sfratti cittadina. “Chiederemo al prefetto maggiore rispetto per chi sta pagando per intero, in questa delicata fase, il prezzo di questa crisi della finanza, delle banche, dei padroni. Dall’11 gennaio, dove andranno le migliaia di persone e famiglie costrette a subire la mannaia ed il dramma dello sfratto? Allo stesso tempo qual è la prospettiva abitativa e di vita di chi già vive in situazioni di emergenza? Non C’è risposta a questi semplici interrogativi”.

In serata il vicesindaco di Roma, Luigi Nieri e l'assessore alla casa Daniele Ozzimo hanno comunicato che "l’amministrazione capitolina si è immediatamente attivata per trovare un'alternativa anche attraverso la sala operativa sociale" si legge in una nota. "Stiamo effettuando verifiche del patrimonio disponibile e di immobili comunali che possono essere riconvertiti per affrontare la gravissima emergenza abitativa che a Roma ha assunto ormai dimensioni gigantesche".

Oltre alla signora Abi, l'amministrazione comunale ha comunicato di aver trovato una soluzione anche al regista e saggista Giuseppe Ferrara, il cui sfratto, fissato per domani, ha sollevato indignazione nel mondo della cultura. "In virtù dei numerosi e ripetuti appelli a suo favore l’amministrazione capitolina ha lavorato per reperire un alloggio nel patrimonio disponibile di Roma Capitale da assegnargli. Dopo una lunga ricerca, l’immobile è stato individuato proprio in questi giorni. L’abbiamo prontamente comunicato al Prefetto di Roma, così da evitare a Ferrara l’umiliazione di uno sfratto, che sarà dunque sospeso in attesa dell’assegnazione da parte dell’amministrazione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spiegano Nieri e Ozzimo: "Stiamo predisponendo una delibera di Giunta attraverso la quale assegnare al regista, in via emergenziale, l’immobile reperito, per cui sarà corrisposto il canone concordato previsto per legge". Concludono il vicesindaco e l'assessore: "E’ evidente che è sempre più urgente il blocco generalizzato degli sfratti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento