Cronaca Borghesiana

Borghesiana: sfascio per riciclare auto rubate, in manette due fratelli

La scoperta seguendo il segnale satelittare di un'auto rubata. Per i due, 40 e 36 anni, l'accusa è di riciclaggio in concorso

Un'auto rubata che in maniera fortunata si è trasformata in un cavallo di troia capace di portare alla luce una rimessa di autodemolizioni in cui venivano tagliate auto rubate. La scoperta ad opera dei Carabinieri della Stazione di Roma Tor Vergata. Due le persone arrestate, due fratelli di 40 e 36 anni. Sequestrando l’area utilizzata per il taglio delle auto rubate 

Allertati dalla centrale operativa di una società che gestisce antifurti satellitari , che ha rilevato un segnale di un veicolo rubato, i Carabinieri hanno localizzato l'area della rimessa in zona Borghesiana, in una piccola via parallela alla Casilina. Intervenuti all’interno, i militari hanno colto in flagranza i due fratelli intenti a smontare l’auto rubata e li hanno ammanettati.

Ispezionando l’intera area, i Carabinieri hanno trovato, all’interno di un furgone, numerose parti di altre autovetture già tagliate e pronte alla vendita illecita. Rinvenuti anche frullini, flex e arnesi utilizzati per lo smontaggio e il sezionamento dei veicoli. Tutto il materiale e l’area della rimessa sono stati sequestrati mentre le indagini procedono per risalire ai veicoli e ai loro proprietari.

Gli arrestati sono stati portati in caserma e trattenuti in attesa del rito direttissimo. Per loro l’accusa è di riciclaggio in concorso.  

GUARDA IL VIDEO

FRASCATI - Riciclaggio auto (2)playjpg-2

 
 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borghesiana: sfascio per riciclare auto rubate, in manette due fratelli

RomaToday è in caricamento