rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca Casal Bertone / Via Luigi Arnaldo Vassallo

Gli incontri sessuali con 'Susann Orientale' nel centro massaggi hot vicino alla stazione

Scoperto giro di prostituzione. Gli annunci su internet, poi gli appuntamenti e le recensioni

Un centro benessere preso in affitto a tremila euro al mese trasformato in una casa per gli appuntamenti a luci rossi. Incontri che i clienti avevano con una donna di origini cinesi, dopo un appuntamento concordato su internet. E così dietro quel centro massaggi nella zona di Portonaccio si nascondeva un giro di prostituzione, con appuntamenti e recensioni su un noto sito a luci rosse per elogiare le ore passate insieme a 'Susann Orientale', una donna di 46 anni. 

A scoprire il giro a luci rosse a pochi chilometri dalla stazione Tiburtina, sono stati i carabinieri di piazza Dante che insieme alla procura di Roma hanno sequestrato un immobile in via Luigi Arnaldo Vassallo e posto agli arresti domiciliari tre donne di nazionalità cinese di 60, 44 e 45 anni, gravemente indiziate, a vario titolo, dei reati di istigazione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Le indagini, iniziate la scorsa estate, hanno consentito ai carabinieri di ricostruire i ruoli delle donne. C'era chi gestiva gli appuntamenti, chi i ricavi del centro a luci rosse. Le tre, di fatto, secondo l'accusa sfruttavano, favorivano o comunque tolleravano la prostituzione di 'Susann Orientale', una loro connazionale.

Dentro il mondo a luci rosse dei centri massaggi cinesi a Roma

Stando a quanto emerso, la 60enne si occupava della gestione dell'attività, come dichiarato anche dalla proprietaria dell'immobile che, totalmente ignara del giro hot in via Vassallo, ha raccontato agli investigatori che da almeno tre anni riceveva i canoni di locazione dalla sessantenne che pagava in contanti o con bonifico bancario. Le due cinesi di 44 e 45, che invece si facevano chiamare 'Giada' e 'Tina' si occupavano delle telefonate e della gestione degli appuntamenti. 

Le tre donne stando a quanto ricostruito, gestivano quella che era diventata a tutti gli affetti una casa di prostituzione accogliendo anche i clienti accompagnandoli da 'Susann Orientale', pubblicando inserzioni su internet e facendo pubblicità sui giornali con espliciti riferimenti alle prestazioni di natura sessuale. 

Durante le indagini su internet sono state trovate numerose recensioni sui servizi offerti dal centro massaggi hot, sulle modalità e sulla qualità dei
servizi ricevuti, elogiando la bravura di 'Susann' nei confronti del cliente. "Sceso nella Capitale per lavoro trovo questo CM (centro massaggi ndr) verso sera per rilassarmi. Conoscevo già 'Giada' e ho poi conosciuto 'Susann'" e ancora "Ragazza abbastanza carina, come in foto. Molto delicata". 

A conclusione delle indagini, il gip ha emesso un'ordinanza degli arresti domiciliari per le donne ha ordinato il sequestro preventivo dell'immobile. 

"Le prostitute cinesi a Roma: migliaia di fantasmi senza documenti” 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli incontri sessuali con 'Susann Orientale' nel centro massaggi hot vicino alla stazione

RomaToday è in caricamento