Cronaca Strada Cesurni

Tivoli Terme: serra di marijuana in un campo di Stacchini

I carabinieri fermano un 30enne di Tivoli mentre stava annaffiando le piante in un'area nella zona bassa del comune tiburtino. Oltre alle piante alte un metro e mezzo i militari rivengono in casa anche dell'hashish

Ieri sera i Carabinieri della Stazione di Tivoli Terme hanno arrestato un giovane 30enne di Tivoli, scoperto proprio mentre stava annaffiando alcune piante di marijuana che aveva seminato e coltivato con tanta cura in un campo in località Stacchini, nel Comune di Tivoli, e che ormai erano diventate alte più di un metro e mezzo. I Carabinieri da alcuni giorni avevano già individuato il terreno con le piante di marijuana ed avevano predisposto una serie di servizi di osservazione al fine di individuare il coltivatore.

MIMETIZZATI - Mimetizzati tra la fitta vegetazione della zona i militari hanno aspettato l’arrivo del coltivatore che, giunto sul posto, dopo essersi guardato intorno, ha iniziato ad annaffiarle. Proprio in quel momento i Carabinieri sono intervenuti e lo hanno arrestato sequestrando le piante. Subito è scattata la perquisizione domiciliare, i militari, nell’abitazione hanno sequestrato una decina di grammi di hashish, nonché un quadretto con 7 rametti e foglie di marijuana ancora verdi. Il 30enne è stato arrestato e condotto alla Casa Circondariale di Rebibbia di Roma, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria di Tivoli, davanti a cui dovrà rispondere di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti.

COLTIVATORI - Dall'inizio della stagione estiva sono 4 le persone arrestate fino ad ora dai Carabinieri della Compagnia di Tivoli per coltivazione di sostanze stupefacenti. Complessivamente sono state sequestrate oltre 50 piante di canapa indiana di altezza compresa tra 1 e 2 metri, coltivate su balconi, terrazzi e su terreni agricoli.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tivoli Terme: serra di marijuana in un campo di Stacchini

RomaToday è in caricamento