Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Togliatti: maxisequestro di marijuana, trovata una tonnellata. Due arresti

La marijuana era conservata in 75 sacchi neri e già suddivisa in 893 pacchi da 1-2 kg pronti per la commercializzazione

Due persone sono state arrestate in flagranza di reato per traffico e detenzione di sostanze stupefacenti. Gli arresti sono arrivati al termine di un'operazione antidroga che ha visto anche il sequestro di quasi una tonnellata di marijuana, per la precisione 940 chilogrammi.

Il blitz è arrivato quasi casualmente, a seguito di informazioni di diversi residenti della zona che segnalavano la presenza di cattivi odori provenienti in particolare da un box auto di Via Palmiro Togliatti. I militari dell'arma giunti sul posto hanno subito rilevato che dal garage segnalato fuorisciva il forte odore tipico della marjiuana, mentre all'interno del box, attraverso le prese d'aria, si intravedeva una catasta di sacchi neri.

A quel punto, sicuri della presenza dello stupefacente, le forze dell'ordine hanno fatto scattare i servizi di appostamento. Il primo arrestato, un 23enne albanese, è stato così colto in fragranza di reato mentre tentava di prelevare parte della droga all'interno del box, preumibilmente in vista di una consegna.

Una volta all'interno i militari hanno potuto constatare che il quantitativo di marijuana era ben superiore alle loro attese: 75 sacchi della nettezza urbana contententi 893 pacchi da uno e due chili di stupefacente, già pronti per la commercializzazione e il cui valore di mercato ammonterebbe, secondo i militari, a circa un milione di euro.



Il secondo arresto è avvenuto a seguito di indagini lampo condotte dalle forze sull'ordine. Il box è infatti risultato in subafitto da un romano 59enne domiciliato al Nuovo Salario e già pregiudicato per reati contro il patrimonio. Per lui, come per il suo complice albanese, è scattato l'arresto immediato. Contestualmente i militari hanno effettuato perquisizioni domiciliari all'interno delle abitazioni dei due. Prove del fiorente spaccio sono state rinvenute nell'appartamento del cittadino albanese, in zona Ponte di Nona: sequestrati 63.400 euro e due bilance (una a sospensione per pesare i sacchi, l'altra di precisione).

Entrambi i soggetti sono stati associati alla casa circondariale di Regina Coeli. Nuove indagini dovranno ora far luce sulla provenienza della droga. Secondo il Tenente Colonnello Antonino Minuto le modalità di occultamento e imballaggio fanno pensare che la marijuana non abbia effettuato un tragitto molto lungo; in particolare, dato che la droga non era stata confezionata sottovuoto, i militari tendono a escludere sia una partita di un traffico internazionale.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Togliatti: maxisequestro di marijuana, trovata una tonnellata. Due arresti

RomaToday è in caricamento