Cronaca

Fiumicino: finanza sequestra più di una tonnellata di sigari cubani

Durante un controllo all'aeroporto su alcune spedizioni provenienti da Las Palmas sono stati scoperti i sigari cubani che erano stati nascosti in scatole per uova

I finanzieri del Comando Provinciale di Roma in collaborazione con il personale dell'Ufficio Antifrode Merci dell'Agenzia delle Dogane di "Roma 2 hanno effettuato un maxi sequestro all'aeroporto di Fiumicino: è stata scoperta più di una tonnellata di sigari cubani.

La scoperta e il conseguente sequestro sono avvenuti durante un controllo doganale su alcune spedizioni commerciali provenienti da Las Palmas (Spagna), presso l'area merci denominata "Cargo City".

Il carico era stato abilmente occultato in scatole di cartone ufficialmente contenenti uova, ma le Fiamme Gialle del Gruppo di Fiumicino non si sono fermate davanti alle apparenze ed hanno voluto approfondire l'ispezione appurando che si trattava di confezioni di sigari dei noti marchi commerciali (Monte Cristo, Romeo Y Julieta e Cohiba), in alcuni casi prive del contrassegno identificativo della partita ed in altri casi con il bollino abraso.
Le due spedizioni costituite da sessantatre colli, per un peso complessivo di oltre una tonnellata, una volta immesse sul mercato, avrebbero avuto un valore commerciale di oltre un milione di euro.

Sulla scorta di sommari riscontri sulle confezioni e sui tabacchi, anche mediante acquisizione di pareri tecnici da parte dei consulenti autorizzati, si è proceduto al sequestro delle manifatture. Sono tuttora in corso accertamenti circa la qualità del tabacco utilizzato, al fine di verificarne l'eventuale nocività per la salute dei consumatori.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiumicino: finanza sequestra più di una tonnellata di sigari cubani

RomaToday è in caricamento