Cronaca

Fiumicino, vendevano pesce abusivamente: sequestrate 79 cassette

Ieri pomeriggio sono state sequestrate 79 cassette di prodotti ittici che venivano smerciate da venditori senza autorizzazioni. La Polizia ha sottoposto il pesce al controllo dell'Asl per poi donarlo alla Caritas

Nel pomeriggio di ieri, mercoledì 21 luglio, la polizia della Squadra Nautica di Fiumicino ha sequestrato 79 cassette di prodotti ittici. Il pesce veniva venduto illegalmente nelle località adiacenti il porto di Fiumicino. Si tratta di 300 kg di prodotti sottratti ai venditori poiché abusivi. Quest'ultimi, infatti, sono stati trovati sprovvisti sia dei permessi comunali che sanitari necessari per poter svolgere l'attività di venditore. La Polizia dopo aver sottoposto il carico ai controlli della Asl di Roma, che ha giudicato il pesce commestibile, lo ha donato in beneficenza alla Caritas di Roma, all'Associazione Centro Astalli e all'Istituto Suore Riparatrici di Fiumicino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiumicino, vendevano pesce abusivamente: sequestrate 79 cassette

RomaToday è in caricamento