rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

Testa di Cane: sigilli alla discarica, violate norme edilizie e ambientali

Sigilli ad un'area di circa tre ettari a poche decine di metri dalla discarica di Malagrotta: scoperte due vasche che potevano raccogliere un milione di metri cubi di rifiuti

La discarica di Testa di Cane, quella adiacente alla discarica di Malagrotta, è al centro di un provvedimento di sequestro da parte dei carabinieri del Noe. Violazione delle norme edilizie e di quelle ambientali le ipotesi di reato che hanno portato al sequestro dell'impianto di smaltimento dei rifiuti. Il provvedimento di sequestro è stato richiesto dalla Procura di Roma.


I militari hanno posto i sigilli ad un'area di circa tre ettari a poche decine di metri dalla discarica di Malagrotta. Gli uomini dell'arma hanno scoperto due enormi vasche che potevano raccogliere un milione di metri cubi di rifiuti, pari ad una raccolta di 4 anni a Roma. Secondo quanto accertato dalla Procura di Roma, che circa un mese fa ha conferito la delega al Noe di Roma, diretto dal capitano Pietro Rajola Pescarini, la discarica abusiva sarebbe stata costruita in vista della chiusura di quella di Malagrotta. (Fonte Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Testa di Cane: sigilli alla discarica, violate norme edilizie e ambientali

RomaToday è in caricamento