Cronaca Centro Storico / Largo Chigi

'Ndrangheta a Roma: sequestrato l'Antico Caffè Chigi

La Direzione investigativa antimafia di Roma ha sequestrato beni per 20 milioni di euro. Tra questi anche l'antico Caffè di Piazza Chigi e una lussuosa villa a Formello

Nuovo preoccupante segnale relativo alle possibili infiltrazioni mafiose nella Capitale. Il personale del centro operativo della Direzione investigativa antimafia di Roma ha proceduto oggi alla confisca di beni per circa 20 milionidi euro. I beni erano tutti riconducibili a personaggi legati alla 'ndrina dei Gallico di Palmi (Reggio Calabria).

I BENI SEQUESTRATI A ROMA - Tra i beni confiscati in particolare c'è l'Antico Caffè Chigi, nell'omonima e centralissima piazza della Capitale. Oltre allo storico locale anche 18 società tra le quali un centro estetico e numerose società di intermediazione finanziaria. Nel provvedimento di confisca è compresa anche una lussuosa villa con 29 stanze con piscina, a Formello.

La confisca è stata disposta dal Tribunale di Roma, presieduto da Guglielmo Muntoni, su richiesta del procuratore distrettuale antimafia di Roma Giuseppe Pignatone e del sostituto Giovanni Bombardieri.




 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Ndrangheta a Roma: sequestrato l'Antico Caffè Chigi

RomaToday è in caricamento