Venerdì, 15 Ottobre 2021
Cronaca Velletri

Non versa l'Iva riscossa: sequestrati beni per 800mila all'amministratore di una società di trasporti

Il sequestro ha riguardato una villa, magazzini, terreni, auto e quote societarie

Ville, magazzini e terreni. I Finanzieri del Comando Provinciale di Roma, su disposizione del G.I.P. del Tribunale di Velletri, hanno sequestrato beni mobili e immobili per un valore di oltre 800.000 euro nei confronti dell’amministratore di una società operante nel settore del trasporto di merci dei Casteli Romani. 

Le Fiamme Gialle della Compagnia di Velletri, incrociando - nel corso di un controllo fiscale - i dati delle dichiarazioni tributarie con i modelli di versamento F24, hanno scoperto il mancato pagamento dell’IVA riscossa dai clienti e denunciato l’uomo alla locale Procura della Repubblica per il reato di omesso versamento
dell’imposta, avendo superato le soglie minime di punibilità previste dalla normativa penale-tributaria.

Gli elementi raccolti dai militari hanno consentito all’Autorità Giudiziaria veliterna di disporre il sequestro preventivo - finalizzato alla confisca “per equivalente” - di una villa, 2 magazzini, 9 terreni agricoli, 1 autovettura e quote sociali, oltre che dei saldi dei conti correnti bancari riconducibili alla società.

L’attività si inquadra nella più ampia azione svolta dalla Guardia di Finanza della Capitale a contrasto dell’economia sommersa che, oltre a sottrarre ingenti risorse finanziarie allo Stato, altera le regole del mercato e danneggia i cittadini e gli imprenditori onesti.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non versa l'Iva riscossa: sequestrati beni per 800mila all'amministratore di una società di trasporti

RomaToday è in caricamento