Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Fiumicino: con 100mila euro nascosti nella biancheria intima, fermata

Aumentano i sequestri da parte della Guardia di Finanza nei primi sette mesi del 2012 rispetto allo scorso anno. Allo scalo romano trovati anche 200mila euro nascosti nelle stecche delle sigarette

Denaro nascosto nella biancheria intima, nei pacchetti di sigarette, nel doppiofondo dei sedili dell'auto: chi esporta illegalmente valuta fa ricorso alla fantasia ma viene comunque scoperto. Nei primi sette mesi del 2012, la Guardia di Finanza ha sequestrato alle frontiere, in aeroporti e porti, 41 milioni di euro di valuta; 2.638 gli interventi. L'incremento dei sequestri è del 78% rispetto allo stesso periodo del 2011 quando erano stati sequestrati 23,2 mln in 2278 interventi. Sequestrati anche 88 kg d'oro e 570 d'argento, quando erano stati rispettivamente 45 e 179 nel 2011.

DENARO NELL'INTIMO - Fra le scoperte degli ultimi giorni, le Fiamme Gialle segnalano che all'aeroporto di Fiumicino, hanno trovato un'imprenditrice cinese che aveva nascosto all'interno della biancheria intima quasi 100 mila euro; un imprenditore italiano con attività in Etiopia viaggiava con 122 mila euro nascosti nel doppiofondo del trolley; un altro cinese, aveva, invece in valigia una stecca di sigarette da 200 mila euro (ogni sigaretta conteneva, infatti, una banconota da 500).

RICICLAGGIO - La Guardia di Finanza ha rilevato che dietro la fuga di denaro all'estero non c'é solo evasione fiscale ma anche truffe e riciclaggio. E' il caso di un giovane colombiano di 19 anni fermato dai finanziari di Malpensa con 525 mila euro, figlio di 'narcos' arrestati dall'Interpol oppure di una coppia, un italiano ed un'ucraina, che nei mesi scorsi è stata sorpresa al valico di Ugovizza (Udine) con 350 mila euro, i cui modesti redditi non potevano giustificare una così elevata somma, nascosta negli stivali, nella borsa e nel giaccone della donna.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiumicino: con 100mila euro nascosti nella biancheria intima, fermata

RomaToday è in caricamento