Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Torre Angela / Via Amico Aspertini

Accoltellata e sequestrata in casa: scappa e fa arrestare il marito violento

La donna, costretta a restare sempre chiusa in bagno e con pochi viveri, è stata medicata e lì ha denunciato il marito

E' stato arrestato per tentato omicidio, sequestro di persona, maltrattamenti in famiglia e d'animali. Questa l'accusa mossa ad un uomo di 48 anni portato in carcere dopo aver sequestrato la moglie 45enne in casa, accoltellandola anche alla spalla. La vittima, dimessa dall'ospedale Casilino con tre giorni di prognosi, ha denunciato i fatti facendo così arrestare il marito violento. 

E' successo a Torre Angela, in via Amico Aspertini. In incubo che, tra il 30 ottobre e l'1 novembre, ha avuto il suo picco. La donna, tuttavia, ha raccontato che gli abusi duravano da anni. Gli episodi di violenza sono culminati con la totale reclusione della donna costretta a stare bagno di casa.

In passato, la 45enne, ha raccontato di aver subito anche altri episodi di violenza, fra cui anche un accoltellamento. L'epilogono nella mattinata del 1 novembre quando la donna, sfruttando una distrazione dell'uomo, è riuscita a scappare da quella casa che era diventata una vera e propria prigione in via Aspertini.

Quindi l'arrivo in un vicino bar e la chiamata al Numero Unico per le Emergenze. A innescare i giorni di follia sarebbe stata la droga, come riportato dal Corriere.it che ha riportato per primo la notizia. Arrivata in ospedale la donna, costretta a restare sempre chiusa in bagno e con pochi viveri, è stata medicata mentre gli agenti della Polizia hanno svolto delle rapide indgaini. Nell'appartamento sono stati rilevati anche feci e giornali lasciati dal cane della coppia, anche lui vittima dell'uomo che è stato così arrestato.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellata e sequestrata in casa: scappa e fa arrestare il marito violento

RomaToday è in caricamento