rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Genazzano / Via Trento e Trieste

Passa il semaforo rosso a tutta velocità: in tasca 'pezzi' di cocaina

Il segnale di stop bruciato in via Trento e Trieste a Genazzano. Il pusher ha cercato di disfarsi dell'involucro contenente la droga

Ha 'bruciato' il semaforo rosso. Un azzardo costato caro ad un giovane di Genazzano, nell'auto con diversi 'pezzi' di cocaina pronti alla vendita. L'automobilista indisciplinato è stato fermato dai carabinieri della stazione di Genazzano nell’ambito dei quotidiani servizi svolti in orario notturno finalizzati alla prevenzione dei reati contro il patrimonio e ad arginare il fenomeno dello spaccio di droga, disposti dal Comando della Compagnia Carabinieri di Palestrina.

SEMAFORO ROSSO - I fatti si sono svolti nella notte, intorno alle 3, quando un’autovettura che stava percorrendo via Trento e Trieste ha superato in velocità un incrocio nonostante il semaforo rosso. I Carabinieri di Genazzano, appostati nelle vicinanze, si sono subito messi all’inseguimento del veicolo, fermandolo dopo pochie centinaia di metri. 

FUGA A PIEDI - Il conducente dell’auto, uscito velocemente dall’abitacolo, ha tentato di disfarsi di un involucro lanciandolo a qualche metro di distanza. I militari, suo malgrado, si sono accorti del suo atteggiamento e hanno recuperato l’incarto, scoprendo al suo interno dosi di cocaina già confezionate singolarmente e pronte ad essere immesse sul mercato. 

SOLDI IN TASCA - Nelle tasche dell’uomo, inoltre, è stata recuperata anche  un’ingente somma di denaro contante, ritenuto frutto della sua attività di pusher. L’uomo è stato portato in caserma dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Tivoli, in attesa di giudizio di convalida per lui l'accusa è detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passa il semaforo rosso a tutta velocità: in tasca 'pezzi' di cocaina

RomaToday è in caricamento