Sedicenne ferito a Roma: a sparare il proprietario di un appartamento durante furto in casa

Ad indagare sull'episodio sono i Carabinieri di Monterotondo, coordinati dalla Procura di Tivoli

Spari conseguenti ad un furto in abitazione. Si gira intorno a questo punto la questione relativa al ferimento del sedicenne albanese ferito e "scaricato" da un'auto al Policlinico Gemelli di Roma nel tardo pomeriggio di venerdì 26 aprile. Una vicenda su cui la Procura di Tivoli ha aperto un fascicolo coordinando le indagine dei Carabinieri. 

Il furto in appartamento e gli spari

I fatti. Tutto è iniziato a Monterotondo, comune della provincia romana. Qui, intorno alle 18:45 circa, in via San Matteo un gruppo di ladri è entrato in un appartamento per commettere un furto. Ad accorgersi della loro presenza, però, il proprietario di casa, un 29enne. L'uomo, dopo aver intimato ai malviventi di fermarsi, ha sparato mettendoli così in fuga. 

Alle 19, quindi, la chiamata al Numero Unico delle Emergenze dell'uomo. Sul posto sono così giunti i Carabinieri della sezione Radiomobile di Monterotondo e i militari della Stazione locale, mentre per i rilievi i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Ostia. Il padrone di casa, nel denunciare il tentativo di furto subito, ha ammesso di aver sparato verso i ladri, non rendendosi conto di aver, eventualmente, colpito qualcuno. 

Sedicenne ferito e lasciato in ospedale a Roma

Poco più tardi, intorno alle 19:30, al Policlinico Gemelli ecco arrivare, "scaricato", un ferito davanti al piazzale d'ingresso del nosocomio: è il sedicenne albanese che presentava ferite da arma da fuoco all'inguine. Il giovane, sanguinante, è stato quindi fatto entrare in codice rosso, per poi essere trasferito subito dopo nel reparto di terapia intensiva.

Allertati dal personale medico sono così giunti gli agenti della Polizia di Stato e gli investigatori della Squadra Mobile. Il giovane albanese, operato nella notte, è ora sedato e piantonato, con il quadro clinico in costante monitoraggio ed evoluzione.

Nel frattempo, grazie all'allert mandato dai Carabinieri per avere informazioni su eventuali persone ferite da arma da fuoco negli ospedali romani, ecco che i pezzi del puzzle hanno iniziato ad incastrarsi: il tentato furto in appartamento a Monterotondo, gli spari del padrone di casa e il sedicenne ferito si sono uniti in un unico quadro investigativo

Le indagini sul 16enne albanese ferito

I familiari del 16enne sono stati ascoltati. Acquisite anche le immagini delle telecamere di sorveglianza esterne al Policlinico Gemelli per risalire all'auto che ha abbandonato il giovane albanese venerdì sera, che non sarebbe in pericolo di vita. 

Il padrone di casa, interrogato a lungo, potrebbe essere risentito nelle prossime ore. L'arma, una pistola di grosso calibro, è stata sequestrata. Gli inquirenti, inoltre, sono chiamati anche a determinare se il 29enne sia stato minacciato dai ladri con qualche arma o se questi ultimi non abbiano smesso di rubare all'interno nonostante l'avvertimento dell'uomo. La Procura di Tivoli lavora a bocche cucite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento