Cronaca

Acea, Atac e Ama occupate contro la "svendita dei servizi pubblici"

Circa 200 persone appartententi a vari movimenti e centri sociali hanno occupato contemporaneamente le sedi di Acea, Atac e Ama per protestare contro "la svendita dei servizi pubblici locali"

Le sedi di Acea a piazzale Ostiense, dell'Atac a piazzale degli Archivi e dell'Ama in via Capo d'Africa, sono state occupate contemporaneamente questa mattina da movimenti e centri sociali che protestano contro "la svendita dei servizi pubblici locali" e "difendono i comuni". I manifestanti, circa 200, sono entrati nel palazzi, sono saliti sui tetti per srotolare gli striscioni "A.A.A. Repubblica cercasi". Poi, i movimenti e i centri sociali si sono dati appuntamento mercoledì 15 febbraio alle 17 al Cinema Palazzo, per continuare a discutere. 

"Siamo cittadini e movimenti che oggi, nelle sedi delle tre più importanti aziende che gestiscono i servizi pubblici locali della nostra città - spiegano - vogliono far sentire la loro voce. Ama, Atac e Acea sono le nostre tre AAA, quelle che le agenzie di rating ci vogliono togliere e che noi siamo qui, in maniera pubblica, a difendere, per migliorarle e reimmaginarle, in una maniera completamente opposta a quella che ci viene imposta dalle misure di questo e del precedente governo. La gestione del ciclo dei rifiuti, del trasporto, dell'acqua e dell'energia appartengono alla categoria dei beni comuni e come tali devono essere governati. Noi vogliamo una città diversa". (Fonte Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acea, Atac e Ama occupate contro la "svendita dei servizi pubblici"

RomaToday è in caricamento