Scontri Liverpool-Roma: Sean Cox torna ad Anfield, festa dopo 18 mesi di calvario

Il tifoso irlandese dei Reds per la prima volta riprenderà il proprio posto nello stadio per assistere al match contro il Manchester City

Sean Cox

Sean Cox torna ad Anfield. Il tifoso irlandese del Liverpool, aggredito da un supporter della Roma prima del match di Champions dell'aprile 2018, domenica per la prima volta riprenderà il proprio posto nello stadio dei reds e assisterà al big match tra la formazione allenata da Juergen Klopp e il Manchester City. Il ritorno di Cox nel 'suo' stadio, dopo una lunga e complessa convalescenza, conquista ampio spazio sui media britannici. 

Il Guardian, in particolare, spiega che il 54enne recentemente è stato trasferito in una struttura del nord dell'Inghilterra specializzata nelle terapie neurologiche e sta seguendo un ulteriore programma trimestrale di riabilitazione dopo i 18 mesi di cure in Irlanda. "Siamo entusiasti di riavere Sean e la sua famiglia ad Anfield", le parole di Peter Moore, chief executive del Liverpool. "Sono sicuro che sarà un ritorno emozionante. Il club ha lavorato a stretto contatto con la famiglia Cox per garantire che la visita si svolga nel modo più agevole possibile, affinché tutti abbiano lo spazio e la comodità necessari - ha aggiunto -. Il modo in cui i nostri tifosi hanno sostenuto Sean e la famiglia Cox è la dimostrazione del loro impegno nei confronti della famiglia del Liverpool. Sappiamo che andrà così anche domenica".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per l'aggressione a Cox, ricorda il Guardian, un tifoso della Roma è stato condannato a febbraio ad una pena di 3 anni e mezzo di reclusione. Cox, uomo d'affari di Dunboyne, nella Contea di Meath, sposato e padre di tre figli, il 24 aprile dello scorso anno era diretto ad Anfield con il fratello per assistere all'andata della semifinale di Champions League. Gravemente ferito nell'aggressione, il tifoso del Liverpool si è svegliato dal coma a luglio, dopo circa 3 mesi. Da lì, ha iniziato un lungo e complicato percorso di recupero. Domenica, taglierà un traguardo importante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Comune di Roma, pubblicati i bandi: 1512 i posti a disposizione, tutte le informazioni

  • Conosce anziana in treno e la violenta nel vagone, arrestato 28enne

  • Incendio a Roma Nord, fiamme in un autodemolitore: alta colonna di fumo nero

  • Scuola, nel Lazio il rientro è a ingressi scaglionati: ecco le fasce orarie

  • Case Ater all’asta: da Garbatella a Trionfale 18 immobili finiscono sul mercato

  • Coronavirus, a Roma 12 nuovi casi: sono 38 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 agosto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento