Il piccolo Simone e la sua vita 'normale' grazie a Scuola Viva: "La sua storia cancellata dalla Asl"

La solidarietà dei genitori dei disabili racchiusa nella lettera di due di loro: "Ci impegneremo con tutte le nostre forze per combattere e non lasciare a loro il potere di mettere la parola fine alle nostre speranze"

Nella Capitale è uno dei più stimati centri di riabilitazione ma un intoppo burocratico ne impedisce la riapertura. E' la storia di Scuola Viva onlus, la struttura che da 40 anni sostiene famiglie e utenti (guai a chiamarli pazienti) nel difficile percorso di riabilitazione. Ieri l'incontro tra la presidentessa, Serenella Pocek, e la Regione nella speranza di trovare un accordo che possa permettere al centro di riaprire le porte ai suoi 90 operatori e 270 disabili.

LE FAMIGLIE - In questa odissea, accanto ai responsabili della onlus si schierano le famiglie dei disabili, profondamente toccate dalla notizia della chiusura della struttura. Di seguito la lettera di una di loro spiega quanto sia importante l'aiuto e il sostegno offerto da Scuola Viva.

"Carissima SCUOLA VIVA,

siamo i genitori di Simone che frequenta il centro da circa 6 anni. Vorremmo con questa lettera esprimere tutta la nostra solidarietà in un momento così difficile perché l'asl vuole mettere la parola fine al luogo dove le persone 'speciali' possono vivere e rinascere. Era il 23 settembre 2008 quando Simone iniziò la riabilitazione; non conoscevamo il centro ma eravamo fiduciosi. Portai Simone perché benché avesse 13 mesi riusciva a malapena a stare seduto, ma dopo appena un mese di psicomotricità il nostro campione comincia a fare dei piccoli movimenti poi riesce ad alzarsi ed infine a mettersi a pancia in giù. Noi giovani genitori ci siamo commossi, ricordi questi che teniamo nel cuore. Allora questo è il nostro primo grazie!

Nel frattempo Simone cresce e la tappa successiva era ovviamente... Camminare. È stato tanto faticoso perché aveva poco equilibrio, i piedini erano storti le ginocchia pure, ma con la vostra costanza è riuscito anche in questo. Ancora grazie! Simone compie 3 anni e a causa del suo ritardo non era in grado di esprimersi così inizia anche la logopedia. Questa nuova terapia sin da subito ha portato un netto miglioramento nella masticazione e nella deglutizione rendendo molto più piacevole l'ora della pappa, e ancora grazie!

Il problema di Simone era però ben più grande di quanto noi inesperti genitori ci aspettavamo perché un famoso medico del policlinico Gemelli ci aveva indirizzati nella genetica per scoprire il motivo per il quale Simone aveva dei grandi ritardi. Ricordo ancora quel periodo perché per me fu il più brutto, dovevo inevitabilmente accettare che il problema di Simone era permanente e non ce la facevo, stavo per impazzire e sarei potuta esplodere; così ho chiesto aiuto a voi un supporto un sostegno e così la psicologa mi ha accompagnato in questo lungo e triste cammino fino ad accettare Simone così com'è. Ancora grazie!

Sono tanti gli anni in cui aspetto seduta su quella panchina fuori dalla sala d'attesa e le giornate sono passate piacevoli nel vedere i ragazzi del centro come trascorrono il loro tempo e di tutto il bene che fa Scuola Viva divenuta per me una seconda casa. Ho conosciuto tanti genitori con i quali ho potuto e saputo confrontare le problematiche dei nostri figli facendomi sentire meno sola nei miei disagi.

Nel raccontarvi tutto ciò non posso nemmeno immaginare che la Asl vuole cancellare la mia storia e quella di tante, tantissime famiglie a cui avete sempre fatto del bene. Ci impegneremo con tutte le nostre forze e tutti i mezzi a nostra disposizione per combattere e non lasciare a loro il potere di mettere la parola fine alle nostre speranze per migliorare le vite dei nostri figli che purtroppo hanno delle disabilità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ringraziamo per quello che fate per Simone e auguriamo a tutto lo staff di scuola viva di fare ancora del bene per altri 100 anni (come minimo!!). Con affetto i genitori di Simone, Gianluca e Claudia e con la stima di tutta la nostra famiglia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, a Roma città 108 nuovi casi da Covid19. Focolaio in una RSA

  • Apre il centro commerciale Maximo, mancano le opere per il quartiere. Le spiegazioni dell'azienda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento