Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Montespaccato / Grande Raccordo Anulare

La storia a lieto fine della donna incinta bloccata sul Raccordo

La neomamma in auto con il marito è stata accompagnata al Policlinico Gemelli. La Finanza l'ha scortata in ospedale dove ha dato alla luce suo figlio

Un travaglio "on the road". La storia a lieto fine per due neogenitori sul Grande Raccordo Anulare dove moglie e marito, bloccati nel traffico mattutino dell'A90, sono stati scortati da una pattuglia della Guardia di Finanza sino in ospedale, dove la donna ha poi dato alla luce suo figlio.

La 'staffetta' nella mattinata di martedì 15 giugno quando la donna incinta al nono mese, dopo aver avvertito delle forti contrazioni e dolori, insieme al marito si è trovata imbottigliata nel traffico del GRA per raggiungere l'ospedale più vicino.

Erano infatti diversi i chilometri che separavano la coppia dall'ospedale, quando è arrivato l'intervento provvidenziale di una pattuglia dei "Baschi Verdi" del Comando Provinciale della Guardia di Finanza che ha agganciato la vettura con la donna in travaglio all'altezza dell'uscita Flaminia. 

Scortata dai finanzieri con le sirene ed i lampeggianti accesi per 8 chilometri, completamente congestionati dal traffico, la vettura con i neo genitori è arrivata sino al pronto soccorso del Policlinico Universitario Agostino Gemelli.

Presa in carico dal personale medico del noscocomio universitario di via della Pineta Sacchetti, la donna ha poi dato alla luce suo figlio tirando un sospirto di sollievo assieme al neo papà ed ai Finanzieri che l'hanno scortata in ospedale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia a lieto fine della donna incinta bloccata sul Raccordo

RomaToday è in caricamento