Cronaca Centro Storico / Piazza del Popolo

No Green Pass, 10mila in piazza del Popolo: tensioni e scontri con le forze dell'ordine

I problemi quando un gruppo di manifestanti ha provato a dirigersi prima verso via di Porta Pinciana e poi verso la sede della Cgil a corso d'Italia

Tensioni e scontri alla manifestazione No Green Pass di sabato 9 ottobre a piazza del Popolo dove un gruppo di manifestanti ha provato a sfondare il cordone di polizia per dirigersi in via di Porta Pinciana. Poi si sono diretti alla sede della Cgil di corso d'Italia dove è nato un parapiglia nel tentativo di occupare la sede nazionale del sindacato. Sono 10mila le persone scese in piazza al Centro di Roma con un'altra protesta in corso a piazza Bocca della Verità, organizzata da Forza del Popolo. Fra i presenti anche dei militanti di Forza Nuova. 

Al sit-in, tra gli altri, anche il leader romano di Forza Nuova Giuliano Castellino. "Siamo 100 mila. Oggi fermiamo il certificato verde. La forza della piazza contro la tirannia sanitaria, la forza della gente contro le emergenze inventate", ha detto all'Agi Castellino che dal palco ha poi aggiunto:  "La forza del lavoro contro il Green Pass! Noi siamo il popolo ed oggi li bloccheremo". In piazza del Popolo alcuni manifestanti hanno lanciato sedie contro le forze dell'ordine tentando di accedere a via del Babuino. 

"Assassini, assassini", ed ancora "Libertà, libertà", "Ci prendiamo Roma" gli slogan gridati dai manifestanti No Green Pass: "Vogliamo le dimissioni di Draghi e Mattarella", alcune della frasi scandite dal palco di piazza del Popolo. Un gruppo ha provato poi a spostarsi nella sede della Cgil dove sono scoppiati altri tafferugli.

VIDEO | Guerriglia urbana in centro a Roma: le immagini

Qui in migliaia si sono accalcati sotto le finestre della sede del sindacato, tra cori e striscioni. "Nessuno può toglierci il lavoro che ci siamo conquistati onestamente e duramente", "Landini dimettiti", le urla rivolte all'indirizzo del segretario generale della Cgil Maurizio Landini. Un'altra parte del corteo ha invece preso la strada opposta, tentando di dirigersi verso Montecitorio attraverso via del Babuino, bloccato però dalle forze dell'ordine schierate all'inizio della piazza.

Un piccolo corteo ha inoltre sfilato su via del Corso dietro ad uno striscione nero che recitava "No Green Pass". Anche qui si sono registrate tensioni con le forze dell'ordine che hanno azionato gli idranti e lanciato lacrimogeni per disperdere chi stavano tentando di arrivare a palazzo Chigi. Nel corso dei momenti di tensione i manifestanti hanno lanciato petardi e bombe carta.

Una parte del corteo ha poi bloccato totalmente Ponte Regina Margherita, il ponte all'altezza di Piazza del Popolo, paralizzando il traffico. Tra i manifestanti alcuni si sono seduti in terra in mezzo alla carreggiata, con striscioni e cori. 

Corteo contro il green pass che si è poi spostato all'altezza di largo Chigi e che è nato dalla manifestazione statica di piazza del Popolo. Alcuni no green pass hanno raggiunto le transenne che circondano piazza Colonna, con gli ingressi di Montecitorio e di palazzo Chigi presidiati dalle camionette della polizia.

Nel corso della protesta un manifestante è salito sul tetto di un blindato delle forze dell'ordine schierato all'angolo tra la piazza e via del Babuino. Le manifestazioni statiche sono state autorizzate fino alle 19:00. 

No Green Pass 09.10.2021 (foto Ansa) 2-2


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No Green Pass, 10mila in piazza del Popolo: tensioni e scontri con le forze dell'ordine

RomaToday è in caricamento