Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza del Popolo

Guerriglia no Green Pass a Roma, dodici arresti. Fra loro i leader di Forza Nuova

Serrate le attività dirette ad individuare altre responsabilità in capo agli altri soggetti fermati

Un sabato di guerriglia, una città messa a ferro e fuoco con cariche, scontri ed un assalto alla sede della Cgil: una battaglia urbana nel Centro di Roma dove il popolo dei No Green Pass era sceso in piazza per manifestare e protestare prima dell'obbligo sui luoghi di lavoro a partire dal 15 ottobre. Diecimila le persone arrivate nella Capitale per partecipare a due manifestazioni statiche, in piazza del Popolo e piazza Bocca della Verità. Dopo gli interventi sui palchi dei sit in autorizzati però la manifestazione si trasforma in guerriglia, sotto forma di corteo. Anzi di cortei, che puntano ad arrivare ai palazzi del potere ed alla sede della Cgil, dove si registreranno poi scontri e cariche e dove si consuma un assalto con fascisti e no green pass che riescono a sfondare il cordone davanti l'ingresso del sindacato di corso d'Italia e ad entrare, occupando simbolicamente la sede. Dodici le persone arrestate, fra i quali i vertici di Forza Nuova Giuliano Castellino e Roberto Fiore.

Un assedio ai palazzi del potere, manovrato dai gruppi dell'ultradestra pronti ad alzare la tensione e iniettare violenza in piazza. Decine le cariche delle forze dell'ordine intervenute con idranti e lacrimogeni per contenere i cortei non autorizzati che si sono diretti a Palazzo Chigi e Montecitorio.  

Dodici arresti per la guerriglia No Green Pass

Guerriglia urbana che dopo 5 ore in cui teppisti e fascisti mescolati fra i manifestanti hanno messo a ferro e fuoco la città è terminata, lasciando la Capitale a leccarsi le ferite. Un sabato complicato per le forze di polizia impegnate nei servizi di ordine pubblico. Gli investigatori dela Digos della Questura di Roma hanno fermato ed identificato numerose  persone nei cui riguardi sono in atto valutazioni sulla loro posizione per individuare la loro esatta responsabilità in merito alle violenze perpetrate.

Giuliano Castellino e Roberto Fiore 

Al momento il bilancio è di 12 persone arrestate, fra i quali anche gli storici leader di Forza Nuova Giuliano Castellino e Roberto Fiore, nonchè la promotrice della manifestazione P.T, di anni 39, ed A.L., di anni 65, ex appartenente ai NAR. I reati per cui vengono segnalati sono numerosi, fra i quali, danneggiamento aggravato, devastazione e saccheggio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. La posizione di queste persone è al vaglio della Procura della Repubblica di Roma. Sei persone sono state arrestate in fragranza, altre sei, fra i quali i suddetti appartenenti a Forza Nuova, nella notte con arresto differito.

Sono in corso ulteriori attività di indagine e di verifica dei filmati registrati dal personale della Polizia Scientifica, al fine di valutare altre condotte penalmente rilevanti per i fatti accaduti.

38 feriti fra le forze dell'ordine

38 gli appartenenti alle forze dell’ordine rimasti feriti durante gli scontri. Tra questi un dirigente della questura che ha riportato la frattura di una costola e un operatore della polizia scientifica a cui è stato fratturato uno zigomo.

Manifestanti da tutta Italia 

Nel corso dei servizi preventivi sono stati intercettati ed identificati numerosi manifestanti provenienti da varie regioni d’Italia; sono stati individuati e controllati complessivamente 56 minivan e 5 pullman e numerose moto, per un totale di circa 600 manifestanti provenienti da Reggio Emilia, Padova, Mantova, Brescia, Verona, Torino, Milano, Bergamo, Pesaro Ancona, Firenze, Trieste, Bolzano, Modena, Treviso, Rovereto ed Arezzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerriglia no Green Pass a Roma, dodici arresti. Fra loro i leader di Forza Nuova

RomaToday è in caricamento