rotate-mobile
Cronaca

Tensione al corteo di Roma, scontri con la polizia: feriti una ragazza e due agenti

Cordoni delle forze dell'ordine hanno impedito che deviassero il percorso del corteo, diretto a piazza Cavour

Una ragazza ferita alla testa, scontri con la polizia e il manifesto del ministro Giuseppe Valditara bruciato. Momenti di tensione al corteo partito da piazzale degli Eroi dietro a uno striscione viola contro gli stati generali della natalità e "per un'altra educazione" che vede la partecipazione di giovani che aderiscono alle realtà Aracne, Zaum, Coordinamento Collettivi Sapienza, studenti delle scuole superiori e realtà trasfemministe.

Circa 250 persone hanno iniziato a protestare bruciando il programma "educare alle relazioni" del ministro Valditara. "Gridiamo per tutte le donne che più non hanno voce", hanno urlato i ragazzi. Poco dopo c'è stato qualche momento di tensione tra manifestanti e polizia a Roma.

I manifestanti, come riporta la questura, hanno lanciato fioriere e vernici, gettando a terra degli scooter per sfondare il cordone della polizia e raggiungere gli Stati generali della natalità dove è presente pure Papa Francesco.

Gli organizzatori sui social che hanno anche denunciato come una ragazza sia stata ferita alla testa, dal canto loro denunciano: "È stato caricato il corteo transfemminista che ha provato a portare la propria rabbia all'auditorium". Anche due agenti di polizia sono rimasti feriti nel corso delle tensioni.

La ragazza è stata trasportata dal 118 al Santo Spirito per un trauma cranico e i due poliziotti sono stati portati al San Carlo di Nancy per contusioni varie. Il corteo è stato dunque fermato su via Leone IV, per far tornare la calma. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tensione al corteo di Roma, scontri con la polizia: feriti una ragazza e due agenti

RomaToday è in caricamento