Cronaca

Scontri 15 ottobre: black bloc condannato a 3 anni e 4 mesi

Condannato a tre anni e quattro mesi l'unico manifestante ancora in carcere per gli incidenti avvenuti a Roma il 15 ottobre, a margine della manifestazione degli Indignati

È arrivata la prima condanna per gli scontri del 15 ottobre nella Capitale. La X Sezione penale del Tribunale di Roma ha inflitto, con rito abbreviato, tre anni e quattro mesi di reclusione a Giovanni Caputi, unico manifestante ancora detenuto in carcere.

Il reato contestato al ventiduenne di Terlizzi (Bari), da anni residente in Spagna, è di resistenza pluriaggravata a pubblico ufficiale, al quale si aggiunge il risarcimento dei danni, disposto dal Tribunale, da liquidare alle parti civili: Campidoglio e Ama. La Procura ha inoltre chiesto e ottenuto dal Tribunale la trasmissione del fascicolo, in quanto sono in corso indagini anche per il reato di devastazione.

"Siamo in presenza di una decisione troppo dura – ha commentato il legale di Caputi, Fabrizio Gallo – Sulla sentenza ha senza dubbio influito la pressione mediatica legato a quanto accaduto a Roma. Oggi viene condannata una persona che con gli incidenti e con i casi di violenza non ha nulla a  che fare". Per quanto riguarda gli altri fermati, processati per direttissima, l'udienza è fissata per il 5 dicembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri 15 ottobre: black bloc condannato a 3 anni e 4 mesi

RomaToday è in caricamento