menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trovato a vagare a piedi in autostrada, aveva appena saputo dalla morte dell'amico

Poliziotti e carabinieri hanno battuto a tappeto le zone limitrofe alla scomparsa, anche perché il giovane si era disfatto del suo cellulare

Si è conclusa con un lieto fine la scomparsa del giovane 26enne che, nella nottata appena trascorsa, si era allontanato a piedi sull'A1. Tutto ha avuto inizio verso le 3 del mattino, quando il ragazzo che viaggiava in auto con suo padre lo ha costretto a fermarsi sulla corsia di emergenza all'altezza dello svincolo Settebagni in carreggiata sud fuggendo poi a piedi contromano in autostrada.

Il genitore, preoccupato, ha quindi denunciato subito la scomparsa del figlio manifestando forte apprensione per la reazione dovuta ad uno stato di malessere scaturito dall'aver appreso, poco tempo prima, della morte di un suo amico d'infanzia.

Sono scattate immediatamente le ricerche e, per  tutta la notte gli agenti della Polizia di Stato della Stradale coadiuvati dal personale della Questura di Roma e dell'Arma dei Carabinieri hanno battuto a tappeto le zone limitrofe alla scomparsa, senza risultati, anche perché il giovane si era disfatto del suo cellulare rendendosi irreperibile.

Solo questa mattina intorno alle 9 gli uomini della Polizia Stradale lo hanno rintracciato mentre vagava a piedi nelle campagne adiacenti la via Salaria all’altezza dell'uscita di Settebagni. Le condizioni del giovane sono buone, ma sono ancora da accertare i motivi che lo hanno spinto a far perdere le proprie tracce.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    "Ma che c'hai prescia?", cosa significa e perché si dice così

  • Sicurezza

    Come eliminare l’odore di fumo in casa

  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento