menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La fermata della metro C Pigneto (foto google)

La fermata della metro C Pigneto (foto google)

Scippi al Pigneto: il rapinatore in bici messo in fuga da un giovane

Polemica sulle chat di quartiere fra garantisti e giustizialisti

Ha alzato il tiro prendendo di mira un'anziana signora. Una scelta costata cara allo scippatore in bicicletta che da qualche settimana a questa parte sta seminando il panico al Pigneto. Dopo aver rapinato ragazze e donne, l'uomo, ha infatti provato a strappare la borsa ad una signora over 65 ma ha trovato sulla sua strada in via del Pigneto un giovane residente del quartiere.Il ragazzo, dopo aver visto la donna essere strattonata e scaraventata in terra nei pressi della fermata della linea C della metro, ha deciso di intervenire sferrando un pugno sul volto del malvivente e mettendolo in fuga, recuperando inoltre la borsa appena derubata alla vittima di turno. 

Prosegue dunque l'ondata di furti e scippi nel quartiere della movida del V Municipio. Allarme microcriminalità diffuso dagli stessi abitanti del Pigneto sulle chat e sui gruppi social che però ha aperto una profonda spaccatura fra garantisti e giustizialisti. Dopo le decine di post che lanciavano l'allarme sono infatti arrivate le risposte di chi non ritiene il quartiere un posto insicuro, anzi. 

A rendere bene l'idea un lungo post scritto, pubblicato e poi cancellato da uno degli amministratori del gruppo Amici del Pigneto. "E' con vero sgomento e disappunto che l'amministrazione del gruppo prende atto del peggio che moltissimi membri dello stesso hanno potuto scelleratamente offrire negli ultimi giorni. L'amministrazione negli ultimi tre giorni ha assistito nell'ordine ad interventi di neoiscritti intenti a condividere notizie di scippi di ogni genere e natura con il "preciso scopo" di destabilizzare l'ambiente del gruppo. Frange - prosegue il post - di utenti giustizialisti inneggianti alla legge del taglione nei confronti dei predetti scippatori. Frange contrapposte di utenti ultragarantisti che hanno bombardato l'amministrazione di "infinite segnalazioni" sui post dei citati ultragarantisti. Preso atto di questo comportamento immaturo e sciagurato, oltre che di totale incapacità di vivere in uno stato di quiete in comunità, questa amministrazione si riserva la possibilità nei giorni seguenti di valutare la soppressione del gruppo, o in alternativa l'eliminazione perenne della totalità dei membri che si sono resi dissennati protagonisti di tale destabilizzazione".  

Post Amici del Pigneto-2

Garantisti o giustizialisti, sempre sullo stesso gruppo proseguono intanto le segnlazioni dei residenti che continuano invece ad essere preoccupati dall'escalation di furti e scippi. "Ero sotto casa, precisamente in via del Pigneto 1 perché aspettavo il mio proprietario di casa per dargli i soldi delle bollette. Mentre rispondevo ad un suo messaggio, un tipo in bicicletta mi ha letteralmente tolto di mano il telefono. Ho urlato e l'ho rincorso per qualche metro ma ovviamente lui aveva il vantaggio della bici ed è scappato - il racconto di una residente sul gruppo Amici del Pigneto -. Una ragazza che era sul marciapiede della pasticceria Faloci ha chiamato la polizia per metterli al corrente del furto e poi sono subito andata a denunciare l'accaduto. La polizia è informata dei furti dato che ha ricevuto diverse denunce ma nessuno sarebbe in grado di riconoscere il ladro. Ad esempio io l'ho visto solo di schiena sulla bici. Se qualcuno si trovasse ad essere testimone di un furto e riuscisse a prestare attenzione a qualche dettaglio, potrebbe esserci molto utile. E' inammissibile che non si possa uscire di casa a qualsiasi ora del giorno e della sera avendo paura di un furto o di un'aggressione".

Furti e scippi al Pigneto 

A creare preoccupazione negli abitanti del Pigneto una serie di furti e scippi messi a segno da quello che sembrerebbe essere una sola persona "in bici, con una giacca grigia ed il volto coperto da mascherina e scaldacollo", come descritto da più di una donna vittima del rapinatore. Via del Pigneto, via Posidonio, via Fra Mauro, piazza dei Condottieri, via Danti, queste alcune delle strade dove nelle ultime settimane sono stati segnalati furti e scippi che hanno poi portato gli abitanti del quartiere a sottoscrivere una petizione online "Pigneto in sicurezza" (che ha già raggiunto oltre 500 adesioni). 

Allarme criminalità nel quadrante sud della Capitale che ha trovato la denuncia di Luca Cardia, esponente di Fratelli d’Italia al V Municipio e di Monica Pietropaolo, Presidente Circolo Giorgia Meloni al V Municipio: "L’amministrazione capitolina è sempre più lontana dalla periferia e la “questione sicurezza e degrado” al V Municipio ha raggiunto livelli tali da richiedere l’apertura di un tavolo politico adeguato. Ieri sera infatti, attorno alle 18:30 un rom in bicicletta scippava una persona anziana in uscita dalla Conad di Piazza Malatesta, trascinandola per diversi metri, mentre la povera vecchietta rimaneva aggrappata alla borsetta. Nel cercare di impedire il furto intervenivano due ragazzi che aggradivano il ladro. Non è la prima volta che accade e purtroppo il quartiere è da diversi mesi oggetto di scippi e furti dentro gli appartamenti, a danno delle povere e disattente persone anziane. Non molto distante, a Villa Gordiani, registriamo un mancato furto durante la notte, alle 3 del mattino, all’interno di un’abitazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento